LAVORI PREVENTIVI PER LA FRANA SULLA 146. MA ORA SERVONO I SOLDI!

giovedì 11th, febbraio 2016 / 11:10
LAVORI PREVENTIVI PER LA FRANA SULLA 146. MA ORA SERVONO I SOLDI!
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI –  Qualcosa si muove. Da un paio di giorni una ruspa sta ripulendo la scarpata sottostante la frana sulla S.P.146. Non sono ancora i lavori di ripristino della frana, ma lavori “preventivi”, indispensabili per poter procedere alla progettazione esecutiva dell’intervento.

L’opera in corso è concordata e portata avanti dal Comune di Chiusi insieme all’Unione dei Comuni e alla Provincia di Siena.  Più precisamente l’Unione dei Comuni provvederà alla ripulitura del sito, il Comune di Chiusi farà le rilevazioni topografiche satellitari e geologiche, la Provincia a sua volta provvederà al progetto esecutivo per eliminare la frana e ripristinare la strada.£Si tratta di una strada fondamentale non solo per Chiusi, ma per l’intero territorio” dice il presidente dell’Unione dei Comuni Francesco Landi, che aggiunge “Per questo motivo ci impegneremo ad operare con velocità e precisione al fine di accelerare e facilitare l’intera procedura. Pur consapevoli delle difficoltà economiche presenti ad ogni livello amministrativo, chiederemo come Valdichiana unita a Regione e Provincia di dare massima priorità a questo intervento perché ne va della sicurezza dei cittadini. Il nostro auspicio è di vedere nei prossimi mesi l’inizio dei lavori e quindi la definitiva risoluzione del disagio”.

Ringraziando Unione e Provincia per l’impegno congiunto e l’attenzione sul tema il vicesindaco reggente di Chiusi, Juri Bettollini, sottolinea ancora ancora una volta “l’urgenza che questo intervento richiede”.

“La sicurezza delle strade – afferma Bettollini – deve essere uno degli argomenti più importanti nell’agenda di tutti gli amministratori perché tocca da vicino la vita quotidiana delle imprese e dei cittadini. Per questo, anche io chiedo alla Provincia e alla Regione di adoperarsi per trovare le risorse necessarie a finanziare le opere di ripristino alla strada sp 146 perché ormai i nostri cittadini sono stanchi di subire un disagio che perdura da troppo tempo. Il lavoro di ripulitura che sta facendo l’Unione dei Comuni e quello di progettazione che ha già affidato la Provincia è importante, ma non possiamo permetterci di rimandare a lungo la partenza dei lavori. Per questo è importante muoversi fin da subito, tutti insieme, per il reperimento delle risorse necessarie a realizzare le opere di cui avremo un quadro economico chiaro solo alla fine delle operazioni partite in questi giorni”. Arriveranno le risorse necessarie? Bettollini e Landi faranno bene a vigilare e a insistere, a non abbassare la guardia (ora che l’hanno alzata) mettendo pure in preventivo qualche azione clamorosa se Regione e Provincia dovessero fare orecchi da mercante o dilazionare troppo nel tempo l’intervento. Non abbiano paura ad alzare la voce con i loro compagni di partito che abitano ai piani superiori…

Quella frana è una ferita che è lì da troppo tempo, è un pessimo biglietto da visita per chi arriva o passa per Chiusi venendo dall’autostrada, è un intoppo per chi lavora, per chi deve andare ogni giorno da Chiusi a Sarteano e Chianciano e viceversa. Ed è un rischio. Dopo più di due anni quella ferita che deturpa il volto di una città e del territorio non è più tollerabile.

E non è la sola, come abbiamo scritto qualche giorno fa, sempre nel territorio chiusino ce n’è anche un’altra, in frazione Maccoano, nei pressi del bivio tra la medesima s.p. 146 e la strada che porta a Montallese e quindi all’ospedale di Nottola, Torrita e Sinalunga…

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...