CONSUMO DI SUOLO: NELLA ZONA CHIUSI E SINALUNGA IN TESTA… MEGLIO MONTEPULCIANO, CITTA’ DELLA PIEVE E CASTIGLIONE DEL LAGO

martedì 23rd, febbraio 2016 / 14:39
CONSUMO DI SUOLO: NELLA ZONA CHIUSI E SINALUNGA IN TESTA… MEGLIO MONTEPULCIANO, CITTA’ DELLA PIEVE E CASTIGLIONE DEL LAGO
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Proprio ieri, su queste stesse colonne, abbiamo lanciato la proposta di realizzare un “parco energetico” (fotovoltaico in particolare) nell’area dismessa dell’ex centro carni di Chiusi. Per produrre energia ce potrebbe servire alla zona industriale e al nascente nuovo palasport. E anche per evitare nuovo consumo di suolo agricolo per impiantare distese di pannelli solari, come sta avvenendo un po’ ovunque, anche intorno a Chiusi.

E che l’idea potrebbe avere una sua validità ce lo dice uno studio diffuso in questi giorni relativo al consumo di suolo, comune per comune. Studio che si basa su dati certi. La fonte è Ispra (Istituto Superiore per la ricerca ambientale).

Ebbene secondo tale rilevazione il Comune di Chiusi, nella provincia di Siena e anche nell’ambito del comprensorio limitrofo risulta tra i comuni con un “consumo di suolo più alto”.  La statistica fissa sul 7% la media nazionale. Ebbene Chiusi è intorno al 6%. Appena sotto. Ma guardando i comuni confinanti notiamo che Montepulciano registra un consumo di suolo del 4,4%, Chianciano del 5,3, Sarteano del 2,5, Città della Pieve del 3,7, Castiglione del Lago del 3,5…

Anche Magione, che non è propriamente un esempio di edilizia”morigerata” si attesta poco sopra al 5,5. Orvieto è al 2,8, Torrita di Siena al 5,2.

Sinalunga, in Valdichiana e dintorni, è il paese che ha “consumato di più”: 7,2.

Perugia supera la media nazionale di quasi 2 punti: 8,8. Corciano sfiora il 12. Siena – e qui arriva la sorpresa -, la bellissima e medievale Siena, città tra le più salvaguardate e fotografate  d’Italia il 12 lo supera…

Ma rimanendo a noi, al territorio della Valdichiana e dintorni, è evidente come Chiusi sia tra i comuni che hanno cementificato di più. Certo, Chiusi, in termini di km quadrati di superficie, ha un territorio più piccolo rispetto a Montepulciano, Città della Pieve, Castiglione del Lago o Sarteano e quindi risulta più densamente popolato. Ma questo aspetto non spiega tutto. E forse è tempo di cambiare rotta. Le elezioni imminenti, così come l’imminente approvazione del Piano Urbanistico rappresentano un’occasione per parlarne. E magari per escogitare qualche soluzione che faccia invertire a tendenza. Perché il suolo, come l’acqua e le fonti energetiche, non è un bene infinito. Non si può continuare a consumarlo impunemente.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...