ELEMENTARI DI CHIUSI SCALO: QUANDO LA “BUONA SCUOLA” E’ UNA BUFALA. E I GENITORI PROTESTANO

giovedì 21st, gennaio 2016 / 16:50
ELEMENTARI DI CHIUSI SCALO: QUANDO LA “BUONA SCUOLA” E’ UNA BUFALA. E I GENITORI PROTESTANO
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Dai genitori degli alunni della II B della scuola primaria di Chiusi Scalo riceviamo e pubblichiamo:

Nel sito del governo, tra le altre cose, sul ddl definito “La buona scuola”, si legge che si tratta di un piano straordinario di assunzioni per poter dare alla scuola i docenti di cui ha bisogno e tirare una linea con il passato sul tema del precariato storico. Il provvedimento mette al centro l’autonomia scolastica. Si danno gli strumenti finanziari e operativi a dirigenti scolastici e docenti per poterla realizzare. Ovvero più fondi e più risorse umane. Agli studenti viene garantita un’offerta formativa più ricca. L’intera comunità scolastica, famiglie e studenti compresi, sarà coinvolta nell’elaborazione del Piano dell’offerta formativa della propria scuola.Parole molto belle, ma come spesso siamo abituati a vedere nel nostro paese, parole che rimangono slogan fini a se stessi.

Quale sia la reale situazione della scuola è sotto gli occhi di tutti, dalla disastrata edilizia scolastica sempre dimenticata ma sempre prima nei programmi e nelle promesse elettorali, alle nomine dei docenti, avvenute anche quest’anno a fine novembre in ambienti, orari e circostanze a dir poco avventurose.

Ciò che sembra non rientrare mai nei comportamenti di chi governa, amministra o dirige è l’interesse degli attori principali della scuola, ossia i ragazzi, sempre più relegati al ruolo di comprimari. Anche nella nostra realtà locale, una volta considerata, per molti aspetti anche a ragione, un’isola felice, non mancano i problemi, anche di una certa rilevanza.

In particolare ci preme sottolineare la situazione che da un anno e mezzo vive la classe seconda della scuola primaria di chiusi scalo della sezione a tempo pieno.Dall’inizio dello scorso anno scolastico la titolare della cattedra di italiano è assente causa problemi di salute attestati da certificazioni mediche di durata variabile, che nel corrente anno scolastico, in alcune circostanze, sono stati insufficienti, data la loro brevità, a poter dare continuità alla supplenzanominata ad inizio anno.In diverse circostanze i bambini sono stati divisi e “sistemati” in altre classi, creando situazioni al limite della legalità, sia per quanto riguarda la sicurezza, che per la vigilanza richiesta per alunni di sette anni.

Non solo, questa situazione va anche a pregiudizio dell’attività didattica e di formazione che, in particolare in una sezione a tempo pieno, sarebbero previste.Di fronte a tutto questo stupisce la posizione e l’atteggiamento della dirigenza scolastica che al momento non ha individuato una soluzione efficace e soprattutto non dà segnali sulla volontà di farlo anche nel prossimo futuro.I genitori degli alunni vogliono, con questo comunicato, manifestare il loro forte disagio per la situazione descritta, e chiedere con forza, a chi ha il compito della dirigenza scolastica, dati anche i poteri che la legge gli attribuisce, che si attivi in maniera rapida e incisiva per porre fine in maniera positiva alla questione.
I genitori degli alunni della seconda B della scuola primaria di chiusi scalo

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...