LA EMMA VILLAS NON FA LA… JUVENTUS E FRENA. MERCOLEDI’ DI NUOVO IN CAMPO CONTRO TUSCANIA

lunedì 14th, dicembre 2015 / 11:15
LA EMMA VILLAS NON FA LA… JUVENTUS E FRENA. MERCOLEDI’ DI NUOVO IN CAMPO CONTRO TUSCANIA
0 Flares 0 Flares ×

Dopo tre partite tirate al massimo, con l’acceleratore a tavoletta, dopo aver massacrato la capolista, una frenata, sia fisica che mentale, ci sta. E infatti c’è stata. La Emma Villas non riesce a fare come la Juventus e torna da Monterotondo, fortino del Civita Castellana, torna con una sconfitta e zero punti in tasca. Risultato 3-1 e prova meno brillante delle ultime. E lo dice anche il fatto che il top scorer di giornata, per la squadra senese sia stato Raffaelli (/15 punti), ormai una certezza, ma sempre il più giovane della truppa. Maric schierato al posto di Snippe non è andato oltre i 10.. Majdak si è fermato a 4, Tamburo a 11… Al centro, questa volta Caponeri ha optato per Braga e Bortolozzo, lasciando Di Marco in tribuna, per la regola degli over 30… Le scelte iniziali e i cambi, che nelle gare precedenti avevano pagato, ieri a Monterotondo si sono dimostrati meno efficaci. Succede. Caponeri ha già fatto vedere di avere coraggio e numeri per allenare in serie A, ma non è Gesù Cristo, né Babbo Natale. I miracoli non li può fare. E seppure in crescita rispetto all’inizio campionato, la Emma Villas non è ancora una macchina perfetta. E non è ancora una “squadra”, nel senso di gruppo che gioca a memoria. Qualche giocatore ha avuto problemi fisici, altri sono appena arrivati, l’entusiasmo e l’adrenalina a mille può farti vincere anche con a capolista, ma non sempre è sufficiente a portare a casa tre punti. Servirà ancora lavoro in allenamento per trovare le giuste misure, l’alchimia perfetta tra chi difende, chi alza la palla e chi la deve mettere a terra. Mercoledì, di nuovo in campo. E ancora una trasferta laziale, contro Tuscania, altra squadra da quartieri alti. Supermario & C. sono chiamati al pronto e immediato riscatto dopo la battuta d’arresto di ieri. Non solo per una questione di autostima e morale, anche e soprattutto per la classifica e per arrivare almeno nelle prime 8 alla fine del girone d’andata, per poter accedere alla Coppa Italia. Meglio se non proprio all’ottavo posto. Giocare subito, in certi casi è una fortuna. E la rabbia per la sconfitta può diventare benzina per un motore che ha bisogno di girare al massimo. Sarà anche una bella sfida tra le due panchine: l’emergente Caponeri da una parte, Paolo Tofoli, prima giocatore di altissimo livello e ora allenatore ormai collaudato dall’altra. La trasferta non è proibitiva come distanza e, come a Monterotondo, anche a Tuscania(anzi a Montefiascone, che è pure più vicino) i tifosi senesi e chiusini saranno parecchi. Una bella occasione per farsi un giro sulla Cassia…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...