DALLA MENSA SCOLASTICA A CHI NE HA BISOGNO: CIBO SALVATO, CIBO DONATO…

mercoledì 23rd, dicembre 2015 / 12:48
DALLA MENSA SCOLASTICA A CHI NE HA BISOGNO:  CIBO SALVATO, CIBO DONATO…
0 Flares 0 Flares ×

FIRMATO UN PROTOCOLLO TRA IL COMUNE DI CHIUSI, LA CIR FOOD E L’ASSOCIAZIONE “TAVOLA DI RENE'”

CHIUSI – E’ Natale, siamo tutti un po’ più buoni. E anche il Comune di Chiusi ha deciso di compiere una buona azione. Anzi di avviare una “buona pratica” che consentirà di garantire un pasto a chi non sempre ce la fa a mettere insieme il pranzo con la cena. Non una semplice opera di carità, però. Diciamo un passo verso una cultura della solidarietà, dell’attenzione a chi ha meno, e anche un modo per ridurre lo spreco. E’ stato firmato questa mattina nella sala consiliare un protocollo d’intesa tra il Comune stesso, la Cir Food cioè l’azienda che gestisce la mensa scolastica e l’associazione volontaristica “Tavola di René” presieduta da Claudio Provvedi. Il protocollo, intitolato”Cibo salvato, cibo donato” prevede infatti che il cibo preparato dalla mensa scolastica e non servito, quindi rimasto inutilizzato, venga donato alla suddetta associazione che lo metterà a disposizione delle persone sfortunate che vi fanno riferimento o si rivolgono ad essa per trovare appunto un letto o un pasto caldo. Naturalmente le modalità di ritiro, trasporto e fruizione del cibo sono sotto la responsabilità della Tavola di René, ma “garantite” da precise prescrizioni della Asl che non figura tra i firmatari dell’accordo, ma ha dato l’ok ad una operazione che ritiene utile e importante, fornendo consigli e direttive precise, in modo che il cibo salvato e donato sia sicuro sotto l’aspetto igienico e nutrizionale. “Non si tratta di avanzi – ha spiegato il responsabile della Cir Food-ma del cibo non utilizzato, quindi integro e assolutamente commestibile”.

La Tavola di René già ritira alimenti nei mercati settimanali di Chiusi e dintorni, in alcune pizzeria, bar, ristoranti… “Non sempre la cosa è conveniente da un punto di vista meramente economico, ma noi lo facciamo ugualmente, perché siamo convinti che ciò serva a far crescere la sensibilità verso la cultura della solidarietà, verso un consumo più attento e consapevole, verso la riduzione degli sprechi alimentari che sono un’offesa alle difficoltà di tanta gente” dice Claudio Provvedi, ricordando che esiste una legge nazionale che favorisce e garantisce questo tipo di operazioni (la legge 155 del 2003, ndr che consente anche un recupero fiscale per chi dona il cibo al volontariato).

Il Comune di Chiusi ha aderito all’idea con convinzione al progetto ed è il primo in provincia di Siena a sottoscrivere un protocollo del genere. Il ritiro del cibo alla mensa scolastica da parte dei volontari della Tavola di René comincerà il 7 gennaio, con la ripresa delle lezioni.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...