SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE E RIDUZIONE IN SCHIAVITU’: 10 NIGHT CLUB UMBRI NEL MIRINO DELL’ANTIMAFIA

venerdì 06th, novembre 2015 / 17:14
SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE E RIDUZIONE IN SCHIAVITU’: 10 NIGHT CLUB UMBRI NEL MIRINO DELL’ANTIMAFIA
0 Flares 0 Flares ×

PERUGIA – L’hanno chiamata “operazione Alcatraz” e il richiamo al famoso penitenziario americano potrebbe non essere causale. Si tratta di un’inchiesta condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia che ha messo nel mirino 10 night club umbri e ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di oltre 50 persone. 54 per la precisione…

La tesi accusatoria sarebbe pesante:   sfruttamento della prostituzione e riduzione in schiavitù di alcune ragazze, una di esse minorenne, provenienti tutte dall’Est Europa.

Dai verbali si evince che c’era una vera e propria organizzazione con ruoli specifici e diversi tra le varie persone coinvolte. Dall’autista che viaggiando tra Italia ed Est Europa si occupava del reclutamento della ragazze, fino ai gestori di locali notturni e proprietari di appartamenti che poi servivano come base per le prestazioni sessuali. Obbligate. Come fossero schiave. Le ragazze, minacciate sia psicologicamente che fisicamente non avevano possibilità d ribellarsi o di sottrarsi allo sfruttamento brutale della gang.

I 10 night club coinvolti sono il Colibrì di Cannara, il Regina e il Kristal di Perugia, il City Club di Spoleto, il Bolero di Arrone, l’Oliver Due e l’Alcatraz di Gualdo Cattaneo, il Butterfly di Gualdo Tadino, il Fashion di Bastia Umbra e il Coccinella di Magione. In pratica una mappa che copre praticamente tutta l’Umbria dal confine con le Marche allo Spoletino, dal capoluogo al Trasimeno… E il fatto che ad indagare sia la DDA e non le forze dell’ordine locali, la dice lunga su che tipo di organizzazione fosse quella individuata. Per decine di ragazze attirate con il miraggio di una vita migliore e poi gettate nel mondo torbido del sesso a pagamento come carne da macello da sfruttare brutalmente è forse finito un incubo. A gennaio il processo per le 54 persone indagate.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...