QUELLE AUTO SENZA CONDUCENTE E PARCHEGGIATE MALE CON TELECAMERA A BORDO…

venerdì 20th, novembre 2015 / 11:34
QUELLE AUTO SENZA CONDUCENTE E PARCHEGGIATE MALE CON TELECAMERA A BORDO…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Un nostro amico e collaboratore Luca Cardinalini che fa il giornalista Rai (sua la rubrica “L’altro calcio” per Dribbling e La Domenica Sportiva. Un anno fa fece anche un servizio sugli “autarchici” della Asd Città di Chiusi) ci ha inviato questa “lettera alla redazione”, per segnalare una cosa che gli è successa, più volte, passando per Chiusi.

Eccola:

“Mi è capitato di recente di passare per Chiusi e ho visto, in più di una occasione, una macchina della polizia municipale con a bordo il Targa System.
E’ un aggeggio infernale che rileva le targhe delle auto e che, confrontandole in tempo reale con la banca dati del ministero dell’Interno, in pochi secondo può dire ai vigili se quella è in regola con assicurazione e revisione.
Le macchine della polizia sono vuote, dentro non c’è nessuno (a meno che siano sdraiati, ma non credo), solo una telecamera puntata sulla strada. Pesca a strascico.
La cosa curiosa è la loro locazione. Ne ho vista una sopra il marciapiede, proprio davanti al bar vicino ai semafori, prima dell’ingresso in paese (strada verso l’autostrada, per capirci). A piedi o con una carrozzina o su una sedie a rotelle, non si passava. Se fosse stata la mia auto, parcheggiata lì, mi avrebbero sicuramente multato per sosta vietata.
Un’altra volta, di notte, sulla strada buia che dalla stazione va in direzione Ponticelli. Questa era proprio abbanchinata, con le ruote lato guidatore dentro la carreggiata. Nella mia imbranataggine, su due piedi avevo pensato che fossero in difficoltà e mi sono avvicinato per prestare aiuto, accorgendomi solo in un secondo momento della telecamera.
Ho chiamato al telefono i vigili urbani. Mi ha risposto un vigile al quale ho raccontato la storia e chiesto informazioni.
Sapeva bene di cosa parlassi, tanto è vero che mi ha detto, nel primo caso che “sul marciapiede ci si passava e comunque non sono problemi suoi”, nel secondo caso che “la macchina era in una piazzola e non aveva affatto le ruote dentro la carreggiata”.
Sarebbe bello utilizzare queste macchinette contro gli evasori fiscali o altri rei.
E’ spietato, lo Stato, contro chi bara sull’auto e le assicurazioni. E’ la cosa che gli preme di più, sembra.
Il vigile alla fine mi ha detto che aveva da fare, che gli facevo perdere tempo e che, se volevo, avrei potuto scrivere una lettera.
Potendo avrei scelto la… V, poi una A, poi una F, e poi un’altra F….  Invece ho scritto a Primapagina. 

Luca Cardinalini, 19 novembre 2015.

Da notare, al di là della disavventura con i vigili, la frase “sulla strada buia che dalla stazione va verso Ponticelli”, riferita probabilmente a Via Mazzini, spesso senza illuminazione come Piazza Dante…  E’ capitato proprio male il nostro Luca. Ma che ci fanno certi giornalisti in giro per Chiusi di notte? Gente strana. Valli a capire… Certo che anche ai vigili poteva andare meglio che incappare in un giornalista Rai. Fortuna che non aveva la telecamera appresso (ce l’avevano loro stavolta). E  fa servizi per la Domenica Sportiva e non per Striscia la Notizia. Che Chiusi con Striscia la Notizia c’ha pure qualche precedente…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...