UN CHIUSI SPRECONE ANCORA BEFFATO AL 95′: SOLO 1-1 CON IL SUBBIANO. PER GLI AUTARCHICI BELLA VITTORIA IN TRASFERTA

lunedì 16th, novembre 2015 / 12:25
UN CHIUSI SPRECONE ANCORA BEFFATO AL 95′: SOLO 1-1 CON IL SUBBIANO. PER GLI AUTARCHICI BELLA VITTORIA IN TRASFERTA
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI –  Se le partite durassero 90 minuti soltanto il Chiusi sarebbe in testa alla classifica nei panni della squadra padrona del campionato di promozione. Invece, come si sa, nella partite di calcio c’è anche il recupero. E il gol lo puoi prendere anche quando manca davvero un soffio al fischio finale dell’arbitro. E così è successo al Chiusi di mister Laurenzi. Per due volte di seguito. E questo deve forse far riflettere i giocatori. Domenica scorsa sul campo della ex capolista Badesse, ieri in casa contro un Subbiano che è stato dominato per larga parte della gara: 2-2 nel primo caso, 1-1 nel secondo. E così invece di mettere in cascina 6 punti meritati, i biancorossi devono accontentarsi di due punti soltanto. Un vero peccato, perché in entrambe le gare, ma soprattutto ieri al Frullini, la squadra ha giocato un buon calcio. Ottimo, a tratti. Purtroppo però non ha chiuso la partita già nel primo tempo dopo aver avuto svariate occasioni di raddoppiare il gol di Fanfano al 27′ e addirittura di rimpinguare il vantaggio… Nel calcio succede. E così, forse anche per aver speso molto i termini di energie fisiche e mentali, nel finale il Chiusi ha subìto il ritorno del Subbiano che ha pareggiato al 95′, senza nemmeno il tempo di rimettere la palla al centro. Certo due pareggi subiti allo scadere del recupero fanno salire la rabbia e il rammarico, ma la squadra c’è ed è viva. Nulla è perduto, anche in chiave promozione. Il primo posto in classifica è a 5 punti (Antella), le altre davanti (Badesse , Lucignano e Cortona hanno rispettivamente 3, 2 e 1 punto in più). Niente di irrimediabile.

Se mai Laurenzi dovrà ora lavorare sulla “cattiveria” dei suoi giocatori, su quei troppi errori sotto porta, sul calo di tensione nel finale che per due volte è costato carissimo. Domenica prossima il Chiusi andrà a far visita al Bibbiena che è a pari punti, ma ci sarà anche lo scontro diretto al vertice tra Badesse e Antella e il Cortona Camucia affronterà il derby con il Sansovino fuori casa… La classifica potrebbe subire qualche nuovo scossone.

TERZA CATEGORIA

E’ arrivata invece la prima vittoria in trasferta per l’altra squadra chiusina, quella degli autarchici che espugnano il campo del Pietraia e tolgono così il numero zero dalla casella delle vittorie esterne. Successo importante, che dà seguito alla bella vittoria contro il Sarteano e che fa proseguire la striscia di risultati utili consecutivi ora a quota quattro (tre vittorie e un pari). La partita, difficile sulla carta visto che locali non avevano mai perso in casa, è stata difficile anche sul campo, un terreno di gioco ai limiti del regolamento per le dimensioni particolarmente ristrette.
Gli autarchici hanno saputo soffrire, sfruttando le occasioni avute con cinismo, hanno aspettato gli avversari concedendo poco e si sono comportati da grande squadra, sfoderando una prestazione di grande maturità.
Sicuramente il vantaggio arrivato nel corso del primo minuto di gioco ha agevolato il resto della partita, ma un gruppo così coeso non si era mai visto. Come detto, dopo pochi istanti arriva il gol del vantaggio. Alessandro Feri risolve di tacco una mischia in area sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra. Gli ospiti provano la reazione, ma la difesa biancorossa risponde bene e neutralizza tutti gli attacchi. Il gioco lo  sviluppa il Pietraia, il Chiusi sfrutta le ripartenze. Proprio in seguito a una di queste arriva il gol del raddoppio. Strano si invola sulla fascia, entra in area e viene steso. Per l’arbitro è calcio di rigore, che Manuel Papi trasforma segnando il suo secondo gol in campionato.
Con il doppio vantaggio la partita sembra in discesa, ma è proprio tra la mezz’ora e la fine del primo tempo che il Pietraia ha le migliori occasioni. Prima è uno strepitoso salvataggio di Toppi, autore di una prestazione maiuscola, poi è la traversa a salvare i chiusini. La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo: palla ai padroni di casa che però sono poco pungenti, poche occasioni, e partita che con il passare dei minuti si incattivisce. Quando mancano solo i titoli di coda, al 38′ arriva il gol dei locali che riapre la partita. L’unico momento di leggero sbandamento si conclude però quando il Pietraia fallisce un calcio di punizione da ottima posizione e il Chiusi segna il gol del ko. Ancora Alessandro Feri, sempre in seguito a un calcio di punizione dalla sinistra. La gara finisce qui, con gli aretini che chiudono addirittura in nove uomini per due espulsioni
nei secondi finali.
Una vittoria fondamentale che consolida il quarto posto in classifica e prepara i biancorossi alla seconda trasferta consecutiva che si giocherà domenica prossima sul campo del San Miniato, fanalino di coda, ma comunque  squadra da temere.

l.t.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...