CHIUSI, SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA. PARI ESTERNO PER GLI AUTARCHICI, MOLTO SPRECONI…

lunedì 02nd, novembre 2015 / 12:12
CHIUSI, SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA. PARI ESTERNO PER GLI AUTARCHICI, MOLTO SPRECONI…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Che succede al Chiusi? Dopo la partenza sprint e la conquista della vetta della classifica, ecco la seconda sconfitta consecutiva e la squadra che scivola nel gruppone delle inseguitrici. 3-0 ad Antella, una settimana fa, con l’imbattibilità di Strujelj che si ferma a 508 minuti e 0-2 ieri in casa contro il Sansovino. Due battute d’arresto che suonano come campanelli d’allarme  e a poco vale fare ragionamenti sul risultato bugiardo di Antella (la squadra ha dominato, creato occasioni preso pali…), perché nel quasi derby con il Sansovino i biancorossi di Laurenzi sono apparsi abulici, senza idee e senza cattiveria agonistica. Eppure la partita era di quelle molto sentite, anche per la presenza di molti ex tra campo e panchina… Al contrario, il Sansovino, pur senza strafare, si è dimostrato abile a sfruttare le rare occasioni create. Domenica prossima il Chiusi ha peraltro un impegno sulla carta molto difficile. La trasferta in casa della capolista Badesse. E dopo che negli ultimi 180 minuti giocati la squadra ha incassato 5 gol senza realizzarne nemmeno uno, la gara si presenta come proibitiva. Si tratta di capire se è stato un fuoco di paglia la partenza la lanciata o se sono stati due incidenti di percorso le due batoste rimediate contro Antella e Sansovino… Si è detto più volte che il Chiusi di questa stagione somiglia, per certi versi, alla Fiorentina, e anche la Viola è incappata nelle due sconfitte contro Napoli e Roma, ma poi si è ripresa vincendo a Verona e contro il Frosinone. Certo, nella fattispecie, il Badesse somiglia più alla Roma o all’Inter che al Frosinone.. Però se le ambizioni di promozione in eccellenza  sono reali, allora il Chiusi è chiamato ad una prova di orgoglio, ad uno scatto in avanti: battere la capolista o quantomeno tornare a casa con un risultato utile sarebbe certamente un bel segnale…

Nella giornata in cui il Chiusi di Promozione, cade in casa, arriva il primo punto in trasferta gli”autarchici” dell’A.S.D. Città di Chiusi sul campo del Vescovado, in Terza Categoria. Un bel 2-2 che pone degli interrogativi: un punto guadagnato oppure due persi? La partita, enigmatica e imprevedibile ha avuto uno svolgimento da thriller con un Chiusi dominante, ma sprecone per tutta la prima frazione, che con il passare dei minuti perde sempre più lucidità concedendo il doppio vantaggio ai padroni di casa. nonostante la superiorità numerica.  La squadra chiusina ha poi recuperato fino  addirittura a sognare e sfiorare la vittoria negli ultimi secondi.
Clamorose le opportunità fallite in sequenza dagli autarchici nel primo tempo, è mancato solo l’ultimo tocco nelle azioni manovrate e la precisione nelle occasioni da palla inattiva. Clamorose anche le amnesie nella ripresa: i biancorossi da padroni del campo sono apparsi impacciati proprio dopo l’espulsione del numero nove del Vescovado e i gol, arrivati entrambi da punizione, potevano probabilmente essere evitati. E’ comunque da lodare la reazione finale che ha visto segnare prima Pellegrini per il gol del 2 a 1 (quinto gol in cinque partite) e poi Minetti, subentrato a Piscitello, in mischia.
Peccato per l’occasione mancata di portarsi al quarto posto, dietro solamente a Radicondoli e Tressa, a punteggio pieno, e al Cetona. Sarebbe stato un ottimo modo per avvicinarsi al derby di domenica prossima contro il Sarteano al comunale.

l.t.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...