BASKET: PURGATORIO FINITO, SIENA TORNA IN A2. E ORA MENS SANA E D EMMA VILLAS SI DIVIDERANNO IL PALAESTRA

lunedì 15th, giugno 2015 / 12:10
BASKET: PURGATORIO FINITO, SIENA TORNA IN A2. E ORA MENS SANA E D EMMA VILLAS SI DIVIDERANNO IL PALAESTRA
5 Flares 5 Flares ×

SIENA- Il purgatorio è finito. E tutto sommato è durato poco, una stagione soltanto. La Mensa Sana batte nettamente Agropoli 73 a 54 e ritorna nel Basket che conta. Non ancora nella massima serie, ma comunque in A2. Una posizione più consona ai fasti senesi degli ultimi 10 anni, cancellati di colpo, un anno fa con il quel canestro mancato al’ultimo secondo contro Milano e il fallimento, dopo 8 scudetti di cui 7 consecutivi. La serie A2 non sarà una passeggiata, la squadra dovrà essere ricostruita e non ci sono più le risorse che un tempo garantiva Il Monte dei Paschi, ma dalla A2 si vede la vetta dell’Olimpo. Ed è una posizione di tutto rispetto, non più quel limbo in cui i biancoverdi erano sprofondati. I senesi innamorati del basket possono tornare a intonare la Verbena sugli spalti del Palaestra. E per la città, ultimamente molto depressa, ritrovare almeno un po’ di slancio nello sport è una medicina salutare. E’ tornata in Serie C (Legapro) anche la squadra di calcio. E al Palaestra, oltre alla Mensa sana 1871 nella prossima stagione  giocherà anche la Emma Villas Volley che arriva da Chiusi e farà anch’essa la serie A2. Nel glorioso “catino” di Viale Sclavo inaugurato nel 1976, le due società dovranno fare i turni. C’è da augurarsi che abbiano già trovato accordi e strategie sinergiche. Il presidentissimo della Emma Villas, Giammarco Bisogno è stato tra i primi a complimentarsi con il collega Piero Ricci della Mens Sana per la promozione. C’è da augurarsi che basket e volley non si facciano concorrenza e vengano vissuti dalla città come un’offerta sportiva unica e complementare.

Certo, a Siena, per storia e tradizione, la bilancia pende decisamente dalla parte del basket. Il volley ha poca storia e arriva dal… contado. Dall’estremo sud della provincia, peraltro. E si sa che per i senesi la città finisce ai… Due Ponti. Ma Bisogno & C. hanno già fatto capire che vorranno presentare la loro Emma Villas come una una realtà non estranea, ma fortemente inserita nella città.

Questo significa che il “marchio” Chiusi, piano piano perderà di intensità e si affievolirà, anche nel nome della squadra. Magari la possibilità di acquistare biglietti o abbonamenti integrati per Mensa Sana Basket ed Emma Villas Volley, potrebbe essere un’dea e certamente le due società ci avranno pensato.

Per la società chiusina, che ha scelto di giocare a Siena per la mancanza di un palazzetto all’altezza, ma forse anche per strategie societarie e commerciali,  la scommessa è di quelle pesanti e rischiose. Se Siena non dovesse rispondere con calore ed entusiasmo, tanto più ora che ha ritrovato il grande basket, sarebbe un bel problema. E per ora non si è visto tanto entusiasmo nella città del Palio, per l’annuncio dell’arrivo della Emma Villas Volley al Palaestra nella prossima stagione. I senesi sono per definizione e costituzione autarchici e campanilisti e non sono di quelli che fanno festa a chi arriva in città da fuori, neanche per il palio, che è roba loro e soltanto loro.

Giammarco Bisogno e il suo staff dovranno lavorare parecchio per farsi conoscere e accettare come realtà senese a tutti gli effetti. E la squadra di pallavolo dovrà vincere e appassionare, almeno quanto quella di basket. Non sarà facile, ma i leoni biancoblu dopo 3 promozioni consecutive ci hanno abituato alle imprese. E che impresa sarebbe sentire i tifosi urlare “Forza Siena!” alle schiacciate di Braga o del neo arrivato Bencz o dopo un “ricamo” di Scappaticcio o una difesa di Grassano…

m.l.

 

5 Flares Twitter 0 Facebook 5 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 5 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...