GLI AUTARCHICI CHIUDONO COL BOTTO: 4-0 AL SARTEANO. A SARTEANO

martedì 12th, maggio 2015 / 19:53
GLI AUTARCHICI CHIUDONO COL BOTTO: 4-0 AL SARTEANO. A SARTEANO
1 Flares 1 Flares ×

Si conclude con una netta vittoria la seconda stagione del Città di Chiusi. Lo 0-4 di Sarteano, risultato tanto giusto per l’andamento della partita, quanto inaspettato alla vigilia per la condizione fisica e mentale dei biancorossi, ha molte facce, dal rammarico per una stagione chiusa sì bene, ma con più ombre che luci, alla confermata imbattibilità nei derby di campionato con il Sarteano, che sommata alle due partite contro il Cetona rimarca una supremazia campanilistica nei confronti delle vicine rivali, fino ad arrivare a quelli che, secondo le voci, potrebbero essere gli ultimi gol della gloriosa carriera del capitano e bomber Michele Tiezzi.
La partita inizia subito bene per il Chiusi, che al primo minuto è già in vantaggio proprio con Tiezzi che con un’azione di pressing alto, intercetta il rinvio dell’estremo difensore del Sarteano e una volta conquistata la  palla segna a porta sguarnita. I padroni di casa provano a tornare a galla, ma peccano di precisione e il primo tempo scorre lentamente verso il quarantacinquesimo, con il Chiusi sempre temibile in ripartenza.
Proprio da una di queste nasce il gol del raddoppio. Papi con un bel passaggio filtrante trova ancora Tiezzi che davanti al portiere non può sbagliare. Per il capitano è la sedicesima rete stagionale, la sesta nelle ultime  due. La ripresa si apre altrettanto bene. Il gol però è di quelli che non ti aspetti. La bella girata di testa di Scarpelli viene respinta dal portiere, Coppetti è il più lesto di tutti ad avventarsi sul pallone e a depositarlo in rete, segnando lo 0-3 che di fatto chiude già al 50′ la partita. Poco altro da segnalare se non l’ottima parata di Valdarchi su Salvadori a pochi minuti dal novantesimo e il gol del definitivo 0-4 segnato da  Paolucci, che appena entrato fa partire un bel sinistro dalla distanza che si insacca sotto l’incrocio.
Gli autarchici chiudono dunque al nono posto a quota 34 punti il campionato di terza categoria 2014/15 vinto dal Rapolano sul Berardenga (entrambe promosse direttamente visti i quattordici punti tra seconda e terza), la posizione in classifica, non essendoci retrocessioni conta solo per la gloria, ma c’è la sensazione che i biancorossi potevano fare qualcosa in più.
Adesso testa proiettata già alla prossima stagione, con l’obiettivo di migliorare i risultati dei primi due anni. Certo, ripartire senza l’esperienza e i gol di Michele Tiezzi, non sarà facile, ma l’estate è lunga e c’è il tempo per cambiare idea, magari ripensando all’ottimo finale.

l.t.

1 Flares Twitter 0 Facebook 1 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 1 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...