VOLLEY: EMMA VILLAS CHIUSI AD AVERSA PER LA FINAL FOUR DI COPPA ITALIA. LA SQUADRA DI SERIE C TIRA I REMI IN BARCA

giovedì 02nd, aprile 2015 / 16:41
VOLLEY: EMMA VILLAS CHIUSI AD AVERSA PER LA FINAL FOUR DI COPPA ITALIA. LA SQUADRA DI SERIE C TIRA I REMI IN BARCA
4 Flares 4 Flares ×

CHIUSI – I ragazzi dell’Emma Villas Chiusi sono partiti questa mattina per Aversa dove disputeranno domani, venerdì 3 aprile, e sabato 4 aprile la Final Four di Coppa Italia di B1.

A disputarla saranno oltre ad Emma Villas Chiusi anche le squadre di Carpi (Mo), Motta di Livenza (Tv) e Aversa (Ce), che farà gli onori di casa.

Il primo incontro la compagine chiusina lo giocherà contro CEC PALLAVOLO CARPI, venerdì 3 aprile, alle ore 17:30.
Sempre nello stessa giornata, alle ore 19:30, si incontreranno EXTON VOLLEYBALL AVERSA e PALLAVOLO MOTTA.
Sabato 4 aprile, la finale per il terzo e quarto posto tra le squadre uscite sconfitte dal primo turno e la finalissima tra e vincenti si giocheranno rispettivamente alle ore 16:00 e alle ore 18:00.

Inutile dire che i “leoni” di coach Giannini proveranno a bissare il successo della scorsa stagione quando il 17 aprile 2014 vinsero la Coppa Italia di B2, davanti al proprio pubblico. Quest’anno sarà più dura, perché giocheranno in trasferta e perché la B1 è di livello superiore. Ma la Emma Villas in B1 sta facendo benissimo, è prima in campionato e molti osservatori la considerano una squadra già da serie superiore. Unica “defezione” nella truppa, quella dell’opposto Nicola Romani fermato da un infortunio nella gara contro Segrate, proprio nel momento in cui sembrava lanciatissimo a recuperare il posto da titolare. Per lui stagione pressoché finita. Come opposto giocherà Spescha, che è una bocca da fuoco micidiale, con De Rosas di rincalzo. I due posti come schiacciatori di banda se li giocheranno Lotito, Grassano, Lipparini e Urbani. Al centro i due giganti Braga e Di Marco, con Muscarà pronto alla bisogna. Libero Pochini.

In ogni caso la Final Four di Coppa sarà un ottimo test in vista del big match di campionato contro Mondovì, in programma il 25 aprile. Prima la truppa di Giannini dovrà vedersela anche con il fanalino di coda della classifica Iglesias, in Sardegna, ma quella, sulla carta sembra una semplice formalità. Una vittoria in Coppa darebbe morale e convinzione, oltre al secondo trofeo da mettere in bacheca. Mondovì non molla, è dietro ad una sola lunghezza. Nello scontro diretto, in casa propria, darà il massimo per operare il sorpasso, la Emma Villas non dovrà sbagliare niente e dunque giocare contro avversarie forti e altrettanto motivare come quelle che incontrerà ad Aversa, aiuterà a trovare le giuste misure anche per il prosieguo del campionato. L’obiettivo promozione in A2 è dichiarato e resta immutato.

Nell’ultimo week end la squadra chiusina ha riposato, avendo anticipato la gara contro Segrate. E in assenza dei leoni della B1, il volley chiusino ha visto il doppio confronto con Terni. Le ragazze della Mb hanno vinto fuori casa 3-1 nella 25esima giornata della regular season. La formazione di serie C maschile invece ha perso in casa nettamente contro il CLT nella quarta gara di play off. E’ finita 3-0 per gli ospiti, con i chiusini che hanno disputato forse la peggior partita della stagione. A poco è servita la presenza di coach Giannini in panchina a fianco di Benicchi.

La gara non ha avuto storia e i parziali lo dimostrano: 14-25; 10-25; 16-25. Troppa presunzione e poca grinta da parte dei giovani Emma Villas. Unica nota lieta la buona prova di Bernardi, che però non è ancora… Urbani e non può garantire 20-25 punti a partita. Poco efficace la ricezione, muro quasi inesistente, Scricciolo a corrente alternata e Fantauzzo un po’ svagato. Prevedibile e non molto precisa anche la regia del giovane Daniele Pellegrini (Lorenzoni, impiegato solo per spezzoni di gara e sempre con la squadra già sotto di 8-10 punti non ha invertito la tendenza).

Certo la perdita di Urbani, richiamato in B1, ha penalizzato non poco la formazione di Benicchi e Tassi, come la defezione dell’esperto Cateni, ed è normale che un sestetto fatto quasi esclusivamente da under 19, nei play off di serie C faccia fatica. Ma durante la regular season la squadra ha giocato decisamente meglio in molte circostanze. Con Lorenzoni e Cateni in campo anche Scricciolo e Meconcelli rendevano di più e il gioco sembrava meno “episodico”. Questo non significa che i giovani under 19 (Fantauzzo, i fratelli Pellegrini, Bernardi, Tittarelli, Rende, Segatori…) siano da bocciare. Semplicemente ancora non tutti, a 17-18 anni, sono pronti per la serie C. Quantomeno per una serie C di buon livello. E solo uno, Fantauzzo, al momento è in grado di incidere decisamente e fare la differenza.fanta 1

Sono ragazzi, cresceranno. Stanno facendo esperienza. E se far fare esperienza ai giovani è la scelta societaria va bene così. Peccato però, perché i play off con squadre che non sembrano irresistibili e tutte che perdono colpi, potevano regalare qualche soddisfazione in più. Invece, l’impressione è che i remi, per quest’anno,  siano già stati tirati in barca.

4 Flares Twitter 0 Facebook 4 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 4 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...