LA PRIMAVERA: “PRESENZE TURISTICHE, CHIUSI AL 20° POSTO IN PROVINCIA. UNA DEBACLE!”

martedì 21st, aprile 2015 / 19:01
LA PRIMAVERA: “PRESENZE TURISTICHE, CHIUSI AL 20° POSTO IN PROVINCIA. UNA DEBACLE!”
50 Flares 50 Flares ×

CHIUSI – “Come presenze turistiche Chiusi è al ventesimo posto nella classifica dei 35 comuni della provincia di Siena e all’ultimo posto come presenze medie giornaliere”. Lo scrive oggi la Primavera, che avrà le sue fonti a sostegno di tale affermazione. E se è vero, altro che “salto nel futuro”, si tratta di una vera e propria ecatombe. Non perché Chiusi abbia mai vissuto di turismo, ma perché quello che dovrebbe e potrebbe essere un settore trainante, l’unico, a  quest punto su cui puntare per un minimo di rilancio, risulterebbe assolutamente marginale. Non solo, ma il dato offre di Chiusi un’immagine ancora più depressa e derelitta di quanto si potesse pensare.

Il motivo è presto spiegato. In provincia di Siena la parte del leone, sul piano turistico la fa certamente il capoluogo, scrigno di tesori di valore mondiale, nonostante la debacle del Monte dei Paschi. E la fine ingloriosa della squadra di basket pluriscudettata e di quella di calcio, che tre anni fa era ancora in serie A… Poi, dietro al capoluogo: San Gimignano con le sue torri, Pienza e la Valdorcia, tutte e tre classificate “patrimonio dell’Umanità” dall’Unesco. Poi Montepulciano, “la perla del ‘500”, città d’arte che si studia nei manuali dei licei,  dove hanno lavorato i più grandi architetti del Rinascimento, da Baldassarre Peruzzi a Ippolito Scalza, da Antonio da Sangallo al Vignola. E ha pure un certo nome dovuto ad un buon vino. Come Montalcino. Ma dopo queste 6 mete, la settima dovrebbe essere Chiusi. Che dal punto di vista storico-archeologico ha più “stelle” di Poggibonsi, Colle Val d’Elsa, Radda, Sarteano o Buonconvento… Dal punto di vista dei flussi turistici potrebbe anche starci un testa a testa con qualche cittadina del Chianti (zona molto celebrata) o con Abbadia San Salvatore, che è località sciistica d’inverno e climatica d’estate. Ma con il resto non dovrebbe esserci nemmeno partita.

E invece Chiusi, secondo quanto afferma la Primavera è al 20° posto su 36 comuni per presenze e all’ultimo come presenze medie giornaliere. Il che vuol dire che anche quelli che arrivano, mordono e fuggono alla svelta, senza trattenersi. Dato che non depone a favore delle strutture ricettive. Né delle varie iniziative messe in campo in questi anni sul piano della promozione e del “richiamo” turistico. chiara scara

Sarebbe bene che la Primavera fornisse anche i dati precisi e la fonte ufficiale da cui li ha desunti. Ma la cosa arriva come una bomba (fosse anche la “bomba-merda” evocata anni fa da Roberto Benigni), sulla campagna elettorale per le regionali di Scaramelli che lascia non una città lanciata verso il futuro, come usa dire, ma una città sprofondata nell’oblio, incapace anche di mettere a frutto, minimamente, i tesori di cui pure dispone. Una città che sta peggio di come l’ha trovata. Colpa della crisi generale, si dirà. Certo, ma una crisi che a Chiusi sembra picchiare più duro che altrove.  Per Scaramelli, tutto questo non è un buon biglietto da visita. La valigia con cui si appresta a partire per Firenze non è solo piena di vento, ma ha anche qualche buco…  “Se questa è l’operazione ‘futuro’ mille volte meglio il passato”, scrive la Primavera. No, il passato non era migliore. E il passato di Ceccobao nessuno lo rimpiange. Però il presente è una partita triste, come il derby Milan-Inter di questi tempi…

La Primavera ricorda che sui temi del turismo più volte ha provato a mettere sul piatto alcune proposte, sulle quali ha cercato di far convergere anche la maggioranza scaramelliana, senza risultati, però. Queste:

1) Realizzazione di idonei parcheggi per pullman e camper
2) Rivitalizzazione del centro storico programmando e incentivando l’apertura di negozi di prodotti tipici
3) Sviluppo di una rete sentieristica adeguata per favorire il turismo lento
4) Segnaletica turistica più visibile e meglio localizzata
5) Rafforzamento del servizio di trasporto pubblico tra il centro storico, la stazione e il lago di Chiusi che preveda anche una fermata nei pressi delle tombe etrusche e della catacomba di Santa Mustiola
6) Istituzione di un biglietto unico che permetta al turista la visita di tutte le strutture museali della città con eventuali buoni pasto e consumazioni (card della città)
7) Audio guida per la visita della città e dei suoi musei su tablet e smartphone
8) Coordinamento di tutta la rete museale della città con le tombe, le catacombe e la domus romana
9) Riqualificazione del lago di Chiusi attraverso una maggiore offerta di servizi turistici (noleggio barche, bici, bastoncini nord-walking etc.). chiusi colonna
“Ci hanno sempre risposto picche” conclude la lista di opposizione. Chissà, se ora che deve racimolare un po’ di voti, lo stesso Scaramelli non si mostri più… “sensibile”. Certo, se le cose stanno come dice la Primavera, la questione è seria. E forse varrà la pena affrontarla subito, senza reticenze, senza isterie, senza contrapposizioni di bandiera. L’alternativa quale è? quella di aspettare le prossime elezioni e provare a vincerle, con la Primavera o qualcos’altro?

50 Flares Twitter 1 Facebook 49 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 50 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...