CHIUSI, SALVEZZA MATEMATICA E CAMPIONATO FINITO. GLI AUTARCHICI STECCANO IN CASA E PERDONO 3-0 CON IL RADICONDOLI

lunedì 20th, aprile 2015 / 15:45
CHIUSI, SALVEZZA MATEMATICA E CAMPIONATO FINITO. GLI AUTARCHICI STECCANO IN CASA  E PERDONO 3-0 CON IL RADICONDOLI
3 Flares 3 Flares ×

CHIUSI – Al Chiusi ancora in corsa per il sesto posto in campionato (risultato però del tutto platonico) mancava un punticino per avere la certezza matematica della salvezza. E ieri, contro l’Antella, squadra nella identica posizione, il punticino è arrivato: 1-1 e tutti felici e contenti a pensare già alla prossima stagione. Per la cronaca il gol biancorosso l ha messo a  segno, ancora, il giovane Ballone, vera e forse unica lieta sorpresa di una stagione da archiviare più alla svelta possibile. Le ultime gare saranno,  questo punto solo accademia. Ma, va detto che la “cura Laurenzi” qualche frutto lo ha dato. La squadra ha messo in mostra un gioco più fluido e soprattutto più efficace che durante la precedente gestione Fratini e, fatta la debita “tara” per gli infortuni, gli acciacchi, le squalifiche (troppe), la seconda parte del torneo non è stata da disprezzare e con un pizzico di fortuna in più, poteva scapparci anche l’aggancio al treno play off, sfuggito non di molto… Insomma, al netto di tutto, la compagine chiusina non ha raggiunto l’obiettivo immediata risalita in Eccellenza, ma da gennaio in poi ha fatto vedere anche un discreto calcio e una discreta organizzazione di gioco, con qualche individualità più che dignitosa per la categoria. Difficile dire adesso chi resterà a Chiusi anche nella prossima stagione, ma le basi per una squadra competitiva ci sono. L’incognita principale è e resta Del Giusto, il Gomez biancorosso. Non è ancora un ex bomber, né tantomeno un ex giocatore, ma quanto può dare? E Ingrosso? e Dongarrà? anche loro non sono più ragazzini e quest’anno ogni tanto si son dati latitanti. Giusto puntare ancora su questi giocatori oppure meglio guardare altrove e cercare qualcos’altro? L’estate porterà consiglio.

Intanto qualche verdetto è già scritto: il Montevarchi ha vinto il campionato e va in Eccellenza. Il Grassina conquista i play off senza spareggi, il Pontassieve retrocede in Prima categoria. Per il Chiusi diciamo che è stato una stagione di limbo…

Come per la seconda squadra chiusina, la ASD Città di Chiusi.

Gli autarchici continuano ad andare in altalena. Ma la squadra di mister Ferretti, non sa più vincere in casa. Ieri, nella partita con il Radicondoli, è arrivata la seconda sconfitta consecutiva, ma la peggiore, per quanto riguarda il passivo, della loro giovane storia: 0-3. Al “Fabio Frullini”, quello che fino a metà febbraio sembrava un vero e proprio fortino, i biancorossi non riescono più ad ingranare la marcia che aveva contraddistinto la fase centrale del campionato e conti alla mano, il bottino portato a casa nelle ultime quattro gare è praticamente inesistente, un punto frutto del pareggio con l’Acquaviva e tre sconfitte, tutte con tre reti subite.

La partita di ieri era anche iniziata nel migliore dei modi, biancorossi all’attacco e con due grandi occasioni sprecate nei primi cinque minuti dai biancorossi che facevano sperare in una grande prestazione, ma il Radicondoli, pur arrivato con soli tredici uomini a disposizione, sfruttando le occasioni concesse con cinismo al 25′ era già avanti di due reti. A poco è servita la reazione degli autarchici, che nonostante un rigore  concesso, poi sbagliato da Michele Tiezzi, un’altra grande occasione fallita da Pellegrini e l’incrocio dei pali preso da Pucci, non sono riusciti a tornare in partita. Al 30′ della ripresa il gol del definitivo 0-3 complice un’uscita a dir poco fuori tempo di Valdarchi.
Probabilmente la mancanza di stimoli legati ad obiettivi la fa da padrona, ma chiudere la stagione positivamente sarebbe un buon viatico per preparare al meglio il prossimo campionato e forse anche per non perdere i numerosi tifosi, anche ieri presenti sulle tribune, che a un certo punto l’hanno buttata sulla goliardia, ridendo per non piangere…

l.t

 

 

3 Flares Twitter 0 Facebook 3 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 3 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...