VOLLEY, EMMA VILLAS BATTE SEGRATE MA HA GIA’ LA TESTA A SIENA. PLAY OFF SENZA URBANI PER LA SQUADRA DI SERIE C.

lunedì 16th, marzo 2015 / 16:20
VOLLEY, EMMA VILLAS BATTE SEGRATE MA HA GIA’ LA TESTA A SIENA. PLAY OFF SENZA URBANI PER LA SQUADRA DI SERIE C.
4 Flares 4 Flares ×

CHIUSI – La Emma Villas continua  a vincere. Lo ha fatto anche contro la giovanissima squadra di Segrate, sabato scorso. Ma ha già la testa… a Siena. Al PalaFuccelli di Chiusi nell’anticipo di campionato contro i lombardi, non c’è stato il contraccolpo che poteva pure starci, dopo l’annuncio dell’abbandono del progetto palasport e della partenza verso Siena in  caso di promozione in A2. Solo uno striscione ironico, più che polemico, nei confronti della Bcc Valdichiana: “la nostra banca è INdifferente“, c’era scritto, con evidente allusione alla pubblicità istituzionale delle Bcc. Per il resto pubblico da grandi occasioni come sempre, anche se il chiasso lo ha fatto più che altro la folta pattuglia degli ultras di Segrate, spalleggiati da un gruppo di tifosi di Città di Castello “gemellati” con la tifoseria lombarda e venuti apposta a Chiusi per “beccare” il capitano biancoblu Scappaticcio, per una questione di ruggini antiche e mai sopite… Ma tutto nella normale “dialettica” sportiva.

La gara, dicevamo è finita con la vittoria della Emma Villas per 3-0. Vittoria netta anche nei parziali (25-17; 25-21; 25-12) contro una squadra giovanissima (il giocatore più anziano è del ’90), ma ben attrezzata e già forte in tutti i fondamentali. Soprattutto a muro. Ne sanno qualcosa Spescha, Romani e De Rosas, stoppati diverse volte dai ragazzini di coach Ecchelli.

Comunque alla fine Spescha ha fatto come sempre la sua parte (19 punti per lui). Man of the match, a nostro avviso, Michele Grassano, che ha difeso benissimo, ha dato equilibrio alla squadra e ha anche messo a terra 8 punti pesanti, alcuni dei quali con colpi di gran classe. Sfortunato Nicolino Romani, che è uscito per un dolore al ginocchio. Potrebbe star fermo per un bel po’. Da segnalare l’esordio in B1 di Davide Urbani, messo in campo nel terzo set al posto di Spescha. Il giovane perugino se l’è cavata benissimo, ma l’entrata in campo gli preclude di giocare i play off con la formazione di serie C, privando la squadra di Benicchi e Tassi di uno dei suoi punti di forza, proprio alla vigilia della gara a Rivotorto di Assisi contro la SIR Gherlinda Bastia e per tutte le gare successive.

Se per Urbani è un giusto premio alla costanza negli allenamenti, e forse un test in considerazione dell’infortunio di Romani (ma ormai il perugino gioca in altro ruolo, schiacciatore e non opposto), per la squadra di serie C è una perdita pesante. Che forse è un segnale di resa. Come dire: va bene così. Vincere i play off non ci interessa. La cosa un po’ stupisce, proprio per l’annuncio della partenza della prima squadra in direzione Siena. Una formazione di serie C in corsa per la B2 poteva in qualche modo addolcire la pillola e far pensare ad un futuro del volley a Chiusi. Così, tutto è in discussione. Anche il futuro che sta dietro alla prima squadra.

I ragazzi ce la metteranno tutta per non sfigurare, anche senza Urbani e le sue già proverbiali “pipes”, ma certamente dovranno faticare di più. Un altro giocatore da 20 punti a partita non c’è. Al suo posto giocherà Scricciolo, con il il 17enne Bernardi inserito nel ruolo di opposto. Bernardi che ha un cognome pesante per un pallavolista, ha voglia, personalità e coraggio, ma ancora è un po’ acerbo, come è normale che sia alla sua età.  L’alternativa potrebbe essere un altro 17 anne , Pugnalini, un buon mancino, che però è alle prese con un infortunio… Si vedrà.

Intanto, come dicevamo la prima squadra ha già la testa a Siena, dove mercoledì, alle 19,00  giocherà la super amichevole con i giganti della SIR SAFETY PERUGIA. Ieri, domenica, presidente, giocatori, staff tecnico hanno presenziato alla partita della Mens Sana basket al PalaEstra, dove sono stati salutati dal pubblico senese e c’è stato anche lo scambio delle maglie tra Mens Sana e Emma Villas, prologo beneaugurante per la futura collaborazione. Sui social network i tifosi, che inizialmente hanno mugugnato per l’occasione persa (da Comune e Bcc) per far rimanere il grande volley a Chiusi, adesso sembrano far buon viso a cattiva sorte e inneggiano alla “splendida cornice” del palaEstra.

E sebbene il sindaco Scaramelli continui a dire che il palasport a Pania si farà (per chi,  a  questo punto non si sa), pochi a Chiusi ci credono ancora. E qualcuno comincia pure a temere di ritrovarsi con un palasport nuovo, ma senza più la pallavolo. Anche quella normale, che c’è sempre stata. Non solo quella delle star venute da lontano…

4 Flares Twitter 0 Facebook 4 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 4 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...