ORA E’ UFFICIALE: EMMA VILLAS SI RITIRA DAL PROGETTO PALASPORT. IL COMUNICATO DEL PRESIDENTE BISOGNO

venerdì 13th, marzo 2015 / 17:04
ORA E’ UFFICIALE: EMMA VILLAS SI RITIRA DAL PROGETTO PALASPORT. IL COMUNICATO DEL PRESIDENTE BISOGNO
13 Flares 13 Flares ×

CHIUSI – Come volevasi dimostrare. E come avevamo anticipato ieri, il voto in consiglio comunale, nonostante l’ok della Primavera, non ha spostato il problema di una virgola. E non è servito a niente. La Emma Villas che aveva annunciato la volontà di ritirarsi dal progetto palasport e si è ritirata davvero. Ora è ufficiale. La decisione l’ha resa nota poco fa il presidente Giammarco Bisogno, con un comunicato che un tempo sarebbe stato definito “laconico”. Senza se e senza ma, Bisogno esprime il suo rammarico e il suo dispiacere, ma saluta e se ne va. La Emma Villas Volley giocherà altrove. A Siena per la precisione. E se il Comune e altri soggetti vorranno fare ugualmente il palasport nuovo in località Pania, la progettazione fin qui realizzata è a disposizione. Ma niente di più. Se anche sarà realizzato il nuovo palasport non sarà il tempio del volley, la cattedrale sportiva di Chiusi in serie A. Sarà, se mai un’altra cosa. E Bisogno,  a scanso di equivoci, si appella ai tifosi “affinché continuino a seguire e sostenere la squadra con immutato entusiasmo per raggiungere tutti insieme gli obiettivi ed i traguardi che sarebbero storici per la Emma Villas e per tutta la città di Chiusi”.

Chiusi non sarà insomma palcoscenico di gare di serie A2 (ammesso che la Emma Villas conquisti la promozione, cosa ancora non scontata) e, nella migliore delle ipotesi, quanto al volley, dovrà accontentarsi di seguire la serie C, come ha fatto per decenni o, al massimo una B2 se le ragazze della Vitt Mb o i giovanotti di Benicchi e Tassi dovessero passare di categoria (ed entrambe le formazioni sono in corsa e potrebbero anche farcela già quest’anno).

Chiaro che la rinuncia della Emma Villas al progetto palasport per la città, per i tifosi, per il sindaco Scaramelli è una sconfitta bruciante, quanto lo sarebbe perdere una finale play off. La situazione è stata gestita male, con troppa fretta e approssimazione dall’amministrazione comunale. Non è chiaro il motivo del “niet” di Banca Valdichiana a finanziare un progetto garantito quasi completamente dal Comune. Probabilmente non è limpido il quadro generale e non è stata ritenuta idonea un’operazione a 30 anni…

Ma una cosa è chiara. La vicenda sta assumendo i contorni dell’occasione persa. Persa l’occasione di vedere Chiusi in serie A con il ritorno di immagine che ciò si porterebbe dietro; persa l’occasione di mettere una toppa credibile e utile sullo scandalo dello stadio incompiuto e recuperare quei manufatti che sono costati almeno quanto costerebbe il nuovo palasport… Ma questo è. E i tifosi dovranno farsene una ragione. E al momento sembra non c i siano possibili alternative per mantenere il grande volley a Chiusi. Bisogno non fa cenno, nella sua nota, nemmeno ad un possibile ritorno a Chiusi, dopo una stagione a Siena, qualora qualcuno costruisse il palasport. E anche questo è un segnale. Le cose non dette, pesano a volte quanto quelle dette e scritte.

Ecco, di seguito il comunicato di Giammarco Bisogno:

In merito alla realizzazione del nuovo Palasport, è con profondo rammarico che sono costretto a comunicare che non si sono configurate le condizioni economiche e finanziarie necessarie per poter realizzare l’opera nei tempi e nelle forme previste.
Per questo motivo, nella giornata odierna, abbiamo ufficializzato al Comune di Chiusi la nostra rinuncia alla realizzazione del progetto di completamento dell’area denominata Pania.
Ringrazio sentitamente i professionisti che hanno lavorato senza sosta per mettere in piedi il progetto, il Sindaco Scaramelli, l’Amministrazione e l’intero Consiglio Comunale per l’opportunità concessaci e la piena collaborazione dimostrataci in ogni fase dell’operazione.
Mettiamo da subito il lavoro svolto, tra cui la progettazione, a disposizione della città di Chiusi e dei soggetti che in futuro vorranno intraprendere questa strada, garantendo da parte nostra il massimo supporto affinché possa essere presto realizzata un’opera che riteniamo fondamentale e di straordinaria importanza per lo sviluppo di tutto il territorio e non solo di Chiusi.
Ai nostri tifosi chiedo comunque di continuare a sostenere con immutato entusiasmo e passione la squadra come hanno sempre fatto in questi splendidi anni, sia in casa che in trasferta, per raggiungere e conquistare tutti insieme gli obiettivi ed i traguardi che sarebbero storici per la nostra Società e per tutta la Città di Chiusi.
Giammarco Bisogno
Presidente Emma Villas Vitt Chiusi. 

13 Flares Twitter 0 Facebook 13 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 13 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...