IL PD DI MONTEPULCIANO LANCIA LA CANDIDATURA DI ALICE RASPANTI PER LA REGIONE. ALTRA DOCCIA FREDDA PER SCARAMELLI

venerdì 13th, marzo 2015 / 18:00
IL PD DI MONTEPULCIANO LANCIA LA CANDIDATURA DI ALICE RASPANTI PER LA REGIONE. ALTRA DOCCIA FREDDA PER SCARAMELLI
17 Flares 17 Flares ×

CHIUSI – Nell’estate scorsa Stefano Scaramelli si sottopose, come moltissimi altri politici, attori, cantanti, calciatori, alla doccia gelata per raccogliere fondi per la lotta alla Sla. Una doccia benefica insomma che probabilmente fece volentieri, non solo per avere un minuto di pubblicità, ma anche per contribuire, pensiamo, ad una giusta causa. In questi ultimi giorni il sindaco di Chiusi di docce fredde ne ha dovute subire altre. Per fortuna sua solo metaforiche. Ma non meno gelate.

E’ successo con la Fondazione Orizzonti per la quale ha appena provveduto alle nomine di sua competenza, cambiando tutto il vertice precedente con le stesse motivazioni che per tre anni gli sono state rinfacciate dalla Primavera e da molti soggetti culturali locali: prima fra tutte lo scarso legame dell’ente con la città e con le sue espressioni artistiche e culturali. Ha fatto buon viso a cattiva sorte e ha cambiato manico… Ma la figuraccia, visto che in 3 anni non ha mai alzato un dito, né la voce, è piuttosto lampante. In pratica ha smentito se stesso e tutta l’amministrazione. E’ successo ieri in Consiglio comunale sulla vicenda Palasport su cui ha tentato un recupero in extremis che nemmeno Thiago Silva, proponendo un “adeguamento del progetto” per venire incontro ai rilievi mossi sempre dalla Primavera. Il sì dell’ opposizione l’ha ottenuto, ma fuori tempo massimo, perché la società che aveva proposto il progetto si è ritirata lasciandolo con il cerino in mano… E con tuta la città costernata per l’addio del grande volley, che emigrerà a Siena… Adesso, lui che sperava di costruirci la campagna elettorale per le regionali dovrà trovare in tutta fretta un altro cavallo d battaglia. Insomma due docce gelate in un giorno solo. Mica male. Se non sta attento, di questo passo, rischia la polmonite.

E oggi gliene è toccata un’altra. Il Pd di Montepulciano ha infatti annunciato la presentazione, con tanto di raccolta di firme già avviata, della candidatura di Alice Raspanti alle elezioni regionali. “Abbiamo preso atto della autorevoli candidature già ufficializzate, con particolare riferimento a quella di Stefano Scaramelli avanzata dal PD di Chiusi nel corso della propria Assemblea degli iscritti e crediamo che la Valdichiana possa meritare una doppia candidatura, che necessariamente  riteniamo debba prevedere una donna e un uomo”, scrive il Pd poliziano. E così Scaramelli, che sembrava fino ad ora destinato a non avere rivali sul proprio terreno, si troverà una concorrente in casa propria. E qualche voto, sicuramente glielo soffierà, se non altro a Montepulciano e frazioni.

Fino a ieri sembrava infatti che gli altri 5 candidati Pd nel collegio senese fossero tutti dell’area Valdelsa-Siena città. La possibilità che una dei 5 possa essere invece Alice Raspanti, assessore ed ex vicesindaco di Montepulciano, qualche problemino glielo creerà. Non solo perché può drenare voti a Montepulciano e in qualche paese limitrofo, ma anche perché in assenza di candidature della minoranza Pd, l’ala non renziana del partito potrebbe optare per fare comunque uno “sgarbo” a Scaramelli, secondo il motto latino “divide et impera”. Con il rischio che dei due, alla fine non ne passi nemmeno uno. Non sarebbe la prima volta che succede una cosa del genere…

La corsa per un seggio a Firenze potrebbe insomma complicarsi per il sindaco di Chiusi e con un Pd ridotto ai minimi termini quanto ad iscritti e a radicamento nel territorio, qualunque variabile può diventare una variabile impazzita e incontrollabile. Ribadiamo: ma Scaramelli avrà fatto bene i suoi conti?

17 Flares Twitter 0 Facebook 17 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 17 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...