SARTEANO: GRANDE PROVA DI TEATRO DEGLI ARRISCHIANTI CON IL BERRETTO A SONAGLI

lunedì 16th, febbraio 2015 / 16:58
SARTEANO: GRANDE PROVA DI TEATRO DEGLI ARRISCHIANTI CON IL BERRETTO A SONAGLI
47 Flares 47 Flares ×

SARTEANO – E’ stato un successo “Il berretto a sonagli” allestito dalla compagnia degli Arrischianti a Sarteano. Ma questo era sicuro. E’ raro che uno spettacolo fatto da attori locali non sia un successo. Ma è stato anche una grande prova teatrale. La prova della maturità artistica raggiunta da attori dilettanti, che qualitativamente dilettanti non sono. E comunque non vanno alla sbaraglio. Ed è stata anche una grande prova di regia. Da parte di Gianni Poliziani che questa volta, appunto, si cimentava non solo come mattatore sul palcoscenico, ma anche come colui che dà i tempi, organizza i movimenti, decide la chiave di lettura e di interpretazione del testo.

In questo caso addirittura un classico del teatro del ‘900: Pirandello. E chi sa di teatro sa quanto sia spesso ostico Pirandello, se si vuol evitare di fare una cosa noiosa fino alla morte o astrusa… Del tipo: “bravi eh, per carità… ma due coglioni!”. No, questa volta gli spettatori sono usciti dal teatro di Sarteano con gli occhi lucidi di meraviglia e le mani quasi spellate per gli applausi… Poliziani e i suoi partners sono riusciti benissimo a rendere piacevole, non “ostico”, non indigeribile, anche un testo di Pirandello che è di 100 anni fa, quindi poteva apparire un po’ datato. Attuale nei contenuti, ma pur sempre scritto nel 1916…

Riccardo Lorenzetti, uno che parla di calcio come fosse filosofia e parla di filosofia e magari di teatro, come se stesse commentando una finale di Champions o un’epico spareggio di terza categoria tra il Petroio e il Ponte a Tressa ha paragonato la regia di Poliziani alla “genialità di uno Schiaffino”, e al regista, che notoriamente tifa Milan da sempre, avrà fatto senz’altro piacere l’accostamento con il grande n.10 uruguagio, stella rossonera anni ’50… Tra l’altro, nella foto di scena gli somiglia pure un po’ a Schiaffino…schiaffino

Al di là dei paragoni calcistici, diciamolo: ha avuto coraggio Gianni Poliziani scegliere un testo di Pirandello. Perché il rischio “polpettone” c’era. E anche perché alla fine Pirandello e pure “Il berretto a sonagli” lo hanno fatto un po’ tutti i grandi del teatro e il confronto poteva essere impietoso. E invece no, dal confronto il nostro Gianni e tutti i suoi attori, tecnici, aiutanti di campo (Flavia Del Buono, Martina Belvisi, Francesca Fenati, Guido Dispensa, Giacomo Testa, Giulia Rossi, Alessandra Rossi, Gabriele Valentini, Laura Fatini, Vittoria Bianchini, Roberta Rapetti…) sono usciti alla grande. Il problema ora sarà, che se qualcuno volesse ingaggiarli per uno spettacolo, chiederanno un cachet più alto. E’ il mercato, bambola, diceva quel tale. No è teatro… Ottimo teatro.

Complimenti agli Arrischianti. Che hanno rischiato e hanno vinto.

m.l.

47 Flares Twitter 0 Facebook 47 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 47 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...