CHIUSI, IL NICHEL NELLA FALDA DI FONDOVALLE C’E’ ANCORA. ED E’ ANCORA OLTRE LA SOGLIA DI CONTAMINAZIONE

martedì 17th, febbraio 2015 / 13:06
CHIUSI, IL NICHEL NELLA FALDA DI FONDOVALLE C’E’ ANCORA. ED E’ ANCORA OLTRE LA SOGLIA DI CONTAMINAZIONE
16 Flares 16 Flares ×

CHIUSI – In risposta ad una interrogazione de La Primavera, l’amministrazione comunale di Chiusi ha fornito i dati relativi ai controlli effettuati da ARPAT sui piezometri ( i pozzetti di ispezione, in profondità) del depuratore Bioecologia, in relazione alla nota presenza di nichel nella falda acquifera di Fondovalle. Gli ultimi dati pubblicati si riferivano al gennaio 2013… Quelli forniti adesso vanno dall’ottobre 2013 al mese di luglio 2014. Ebbene dalle rilevazioni si evince che il nichel nella falda c’è ancora. Ed è stata rilevata in tutti e tre i piezometri. Il almeno 9 volte nel piezometro 3 e 4 volte nel piezometro 2 (queste ultime tutte concentrate nella primavera 2014) il parametro nichel è risultato superiore alla soglia di contaminazione fissata in 20 microgrammi/litro. Soprattutto nel piezometro 3, il valore è risultato anche tra gennaio e marzo 2014, anche 3 o 4 volte superiore al limite di legge.

Mancano i dati relativi all’ultimo trimestre del 2014 e ai primi 40 giorni del 2015, ma è evidente che il problema nichel sussiste ancora e non si è attenuato rispetto agli anni precedenti. Quindi la causa che ha determinato la contaminazione è ancora presente e attiva.

Come i nostri lettori ricorderanno, dopo una serie di accertamenti e verifiche condotte insieme alla Forestale, il Comune è arrivato alla conclusione che la possibile causa dell’inquinamento fosse da individuare nello sversamento di materiali contaminati e contenenti nichel, che erano stati stoccati dentro e fuori del capannone ex Nigi Agricoltura dal 2001 all’inizio del 2008. Da questa supposizione, la denuncia penale spiccata nei confronti della ditta Nigi e dell’Agenzia Governativa AGEA (Ministero delle risorse agricole), committente di quello stoccaggio e responsabile dello sversamento nella fase di rimozione dei contenitori. Non si sa se il Tribunale di Siena abbia avviato le procedure del caso in relazione a tale denuncia.

Resta il fatto che la falda acquifera di Fondovalle continua ad essere inquinata. Come negli anni dal 2008 al 2013. E resta anche la mancata informazione a tal proposito da parte dell’amministrazione comunale. E’ stato infatti il gruppo di opposizione della Primavera a chiedere gli ultimi dati e a renderli noti.

 

16 Flares Twitter 0 Facebook 16 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 16 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...