VOLLEY, EMMA VILLAS CHIUSI IN TESTA AL GIRO DI BOA. TORNA GRASSANO? SERIE C, STASERA IN CAMPO A FOLIGNO

lunedì 26th, gennaio 2015 / 13:10
VOLLEY, EMMA VILLAS CHIUSI IN TESTA AL GIRO DI BOA. TORNA GRASSANO? SERIE C, STASERA IN CAMPO A FOLIGNO
24 Flares 24 Flares ×

CHIUSI – La bufera è passata. La Emma Villas Chiusi ha ripreso a correre. E dopo la vittoria di Alba ha battuto, stavolta in casa, anche la formazione del Parella Torino. Risultato netto e senza troppi patemi: 3-0. Contro i giovani piemontesi che si presentavano a Chiusi come una delle rivelazioni del campionato e con il terzo posto in classifica, la squadra di casa ha avuto qualche momento di amnesia, ma ha giocato una partita concreta e per molti aspetti convincente. Segno di una condizione che sta tornando. Gli avversari sono stati fermati sul 25-13 nel primo set, 25-19 e 25-21 negli altri due parziali. Con Lipparini fuori per infortunio, coach Giannini ha schierato Spescha schiacciatore, con Lotito e Romani opposto. E i tre hanno risposto bene: 8 punti Lotito, 11 per il mancino pesarese e 14 punti per il gigante romano che ha inanellato un turno di battuta devastante, che ha letteralmente annichilito i torinesi nel primo parziale. In netta ripresa anche Scappaticcio che evidentemente si sta mettendo alle spalle l’infortunio alla spalla. Al centro, Di Marco si è concesso una giornata normale (4 punti), mentre Braga non ha fatto mancare il suo apporto pesante (9). Non è apparso per nulla intimorito il giovanissimo Fantauzzo entrato nel secondo set per dare una mano in ricezione e difesa…

Con la vittoria di sabato la Emma Villas Chiusi chiude il girone di andata in prima posizione, sia pure ancora in coabitazione con Mondovì che è andata a vincere a Bergamo (1-3) e dunque non mola.  Prossimo impegno, tra due settimane. Ancora in casa, contro i sardi di Sant’Antioco, che all’andata, alla prima di campionato, fecero soffrire i Leoni biancoblù e adesso sono quarti. Come gli esami, anche i big match non finiscono mai. Ma che la B1 non fosse una passeggiata si sapeva. E lo sapevano anche il presidente Emma Villa Bisogno e il suo staff che, visti i perduranti acciacchi di Lipparini, hanno deciso di correre ai ripari per rinforzare la fase difensiva. E la notizia, già anticipata da Primapagina, è probabilissimo ritorno di un ex. Si tratta di Michele Grassano che proprio venerdì scorso ha rescisso, consensualmente, il suo rapporto con la società Alissano Volley (Lecce) che milita nel campionato di A2. Dalla Puglia davano il giocatore già in viaggio verso Chiusi nella giornata di domenica… Grassano fu ingaggiato nella stagione scorsa e dopo un po’ di fatica iniziale, era diventato capitano e stava entrando in palla, quando fu costretto a dare forfait per un infortunio alla spalla che lo tenne fuori per tutta la seconda metà del campionato. E’ un giocatore di esperienza e di qualità, che non tira missili terra-aria come Spescha, ma, anche per caratteristiche fisiche,  difende meglio. Può essere insomma molto utile.grassano

Vedremo se l’affare andrà in porto. L’alternativa sarebbe stato il 17enne Fantauzzo o Il classe ’94 Urbani che sta imparando il mestiere in serie C.

Ma la formazione di serie C  l’avrebbe perso nel momento cruciale del campionato. Già sabato sera, i ragazzi di Benicchi e Tassi hanno pagato dazio all’impegno con la B1 di alcuni giocatori nel pomeriggio. In particolare i due baby Fantauzzo e Pellegrini sono arrivati alla gara contro Selci-Sansepolcro delle 21,00  dopo essere stati dentro al Palasport dalle 16,30, con doppio riscaldamento e qualche spezzone di partita. Sono apparsi entrambi stanchi e stressati. Certo, la prima squadra ha diritto di precedenza. E se Giannini chiama è giusto che i ragazzi rispondano presente. Il rischio, però, trattandosi di giovanissimi, è quello dell’overdose di pallavolo. O di momenti di calo fisico e mentale come è successo sabato nella gara di serie C. Gara che si era messa molto male per la formazione chiusina, che ha faticato ad entrare in partita ed  è andata sotto di due set a zero, soffrendo soprattutto i servizi e le schiacciate di un ispirato Bongiorno, il migliore degli ospiti che dietro si son dimostrati solidissimi. lore-urbani

Anche Urbani, Meconcelli e Lorenzoni all’inizio hanno un po’ stentato, poi, dopo i due set persi, quando la partita sembrava ormai segnata è arrivata la reazione. Quasi rabbiosa. E importante da parte di tutti: 2-2. Reazione che c’è stata in parte anche nel tie-break, con gli avversari in vantaggio 10-5, Urbani & C. si sono riportati ad una sola lunghezza, spendendo però molte energie e alla fine è stato ancora Bongiorno a chiudere i conti a favore della formazione altotiberina.

Per come si era messa la partita il 3-2 finale non è da disprezzare. Per la reazione vista nel terzo e quarto set, ci poteva stare anche la vittoria. Ma dopo aver avuto paura di perdere, la banda Benicchi ha avuto paura di… vincere.  Peccato.  Ma il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto? diciamo mezzo vuoto, ma il vino è buono. Altra nota positiva, la prestazione di Nicola Scricciolo, finalmente tornato ai livelli dello scorso campionato: percentuale e altissima in attacco e colpi da giocatore vero. Uno Scricciolo così, quest’anno si è visto solo a sprazzi e raramente. Questa sera, di nuovo in campo a Foligno, si recupera la gara rinviata la scorsa settimana.

24 Flares Twitter 0 Facebook 24 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 24 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...