VOLLEY: LA EMMA VILLAS SBANCA ANCHE SEGRATE E RESTA IN VETTA. LA SQUADRA DI SERIE C PERDE IL DERBY CON ORVIETO…

domenica 07th, dicembre 2014 / 23:13
VOLLEY: LA EMMA VILLAS SBANCA ANCHE SEGRATE E RESTA IN VETTA. LA SQUADRA DI SERIE C PERDE IL DERBY CON ORVIETO…
22 Flares 22 Flares ×

CHIUSI –  Si fanno chiamare “leoni” pure loro. Giocavano nella propria tana. Sono giovani e affamati… Erano terzi in classifica a tre punti. Vincendo potevano agganciare gli avversari di giornata, i primi della classe, che sono stati però più leoni di loro. E’ finita 0-3. Senza se e senza ma. Con parziali che non ammettono repliche: 23-25, 20-25, 18-25.  Chiaro che la partita è stata a senso unico. Con i “leoncini” di Segrate costretti a difendersi e alla fine sbranati senza tanti complimenti. La Emma Villas Chiusi quest’anno è così. Una macchina da guerra. E come contro Cagliari, non ha giocato al massimo delle sue potenzialità. Ma ha vinto e ha vinto bene. Nettamente. E lo ha fatto pur avendo qualche assenza di rilievo, come Lipparini e il palleggiatore di riserva Marini. Coach Giannini si è presentato a Segrate con una panchina ridotta ai minimi termini e fatta in pratica da Muscarà, De Rosas (poi Romani) e 4 giocatori della formazione di serie C che avevano giocato sabato sera ad Orvieto (Urbani, Lorenzoni, Pellegrini e Fantauzzo). emma ritorno

Trasferta lunga, difficile, temuta alla vigilia, ma superata alla grande con Spescha tornato a fare il fenomeno (19 punti), Braga (10), ancora una volta efficace a muro e in attacco, De Rosas che si dimostra di partita in partita sempre più giocatore di spessore… Meno esplosivo delle ultime gare il gigante Di Marco, ma sempre su buoni livelli, come Lotito e Muscarà che entra e chiude un set con un aces formidabile… Scappaticcio ha fatto come sempre la sua parte egregiamente, mettendo anche a segno due punti pesantissimi. Così come Pochini, ormai una sicurezza conclamata in difesa. Romani ha giocato poco. Ma c’è. Lui c’è sempre e ci sarà ancora. I ragazzi della C erano lì per far numero, per fare esperienza, per dare una mano… La Emma Villas vince e convince, insomma. E resta ancora in testa alla classifica da sola. Sei partite di campionato e sei vittorie. Un solo punto lasciato agli avversari, all’esordio. Poi buio per tutti. Due punti sulla seconda (Mondovì) e 6 sulla terza (Segrate). Non male. Prossimo appuntamento sabato prossimo alle ore 15.30 quando la Emma Villas Chiusi, nel proprio palazzetto,ospiterà la formazione sarda dell’Iglesias, fanalino di coda della graduatoria ancora a zero punti. Sulla carta è una partita da uno fisso.

SERIE C

Non ha ripetuto la bella prova di Spoleto la formazione di serie C, che ad Orvieto ha disputato una partita fotocopia di quella che si è giocata a Segrate, ma nella quale la parte della Emma Villas l’hanno fatta gli orvietani. Cioè la squadra più solida, più esperta, più cattiva… I ragazzi di coach Benicchi hanno provato a tenere botta, ma quando gli attacchi di Belli e Pasquini si sono fatti pesanti hanno perso convinzione e autostima e dopo fasi alterne e qualche bella rimonta hanno finito per cedere nel finale di tutti e tre i set,  persi 25-17, 25-20, 25-15…

Va detto che nella “palestrina” di Orvieto è difficile giocare, figuriamoci vincere: fondo scivoloso, luci infami, soffitto basso, spazi laterali angusti con il pubblico a ridosso del campo. Per la formazione di casa è senza dubbio un’arma in più. Ma la squadra della Rupe si è dimostrata comunque più forte. A Chiusi, nella gara di ritorno si vedrà…

Ieri comunque la truppa Benicchi non ha giocato la sua miglior partita, anzi. Solo Fantauzzo  merita un 7 in pagella. Ha sbagliato più del solito, ma ha provato a tenere a galla la baracca. Urbani, Lorenzoni e Scricciolo sono apparsi un po’ contratti e meno precisi del solito, tutti e tre. Meconcelli bene in attacco, meno bene a muro. Pellegrini e Cateni, alternati da Benicchi nel ruolo di libero, hanno faticato, pur non demeritando, a contenere gli attacchi degli avversari che però la gara l’hanno vinta sicuramente a muro, un fondamentale nel quale son stati molto efficaci a differenza della formazione chiusina che ne ha azzeccati due o tre in tutta la partita…

Niente drammi. Perdere ad Orvieto ci sta.  La Emma Villas Chiusi di fronte aveva quella che è probabilmente la squadra più forte. Sul piano del gioco la squadra ha fatto un passo indietro rispetto alle ultime  gare, ma qualcosa si è visto ugualmente. Qualche giocata di buona fattura c’è stata e non parliamo solo della ormai celebra “pipe” di Urbani, ma anche di azioni in cui Lorenzoni ha chiamato in causa Fantauzzo, Scricciolo, Meconcelli e pure il giovane Rende, ancora un po’ spaesato di fronte a giocatori che hanno il doppio dei suo anni… Prossimo appuntamento, sabato 13 alle ore 21,00 in casa contro Clitumno Acquasparta… Vietato sbagliare.

 

22 Flares Twitter 0 Facebook 22 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 22 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...