UN CHIUSI IN EMERGENZA PAREGGIA A MONTEVARCHI. MA CHE DERBY AL COMUNALE TRA GLI AUTARCHICI E IL CETONA!

lunedì 01st, dicembre 2014 / 13:23
UN CHIUSI IN EMERGENZA PAREGGIA A MONTEVARCHI. MA CHE DERBY AL COMUNALE TRA GLI AUTARCHICI E IL CETONA!
6 Flares 6 Flares ×

CHIUSI – Con una squadra imbottita di giocatori della juniores a causa di una raffica di infortuni che ha decimato la rosa titolare (fermi ai box Romani, Chechi, Fanfano, Morgantini e Del Giusto) il Chiusi è riuscito a conquistare un ottimo punto in trasferta, sul campo dell’Aquila Montevarchi, squadra di alta classifica e tra le più accreditate per salire in Eccellenza. La partita è finita a reti bianche, con i ragazzi di coach Fratini bravi a non subire gol e a reggere l’urto delle folate offensive dei padroni di casa. La vetta della classifica si allontana, ma un pareggio fuori casa in condizioni di totale emergenza, non è da disprezzare. Verranno tempi migliori. E finirà anche la maledizione degli infortuni. Il recupero, già nella gara di ieri, di Ferrari e del portiere Lancini è una buona notizia. La classifica vede in 11esima posizione con 13 punti, a 10 lunghezze dalla prima (Bibbiena) e a 6 dalla quarta (Soci). Ma anche a due soli punti dalla quart’ultima (Asta taverne). Il treno dei  play off può ancora essere agganciato. Ma occorrerà anche guardarsi alle spalle. E non fare passi falsi.

Intanto ieri, con la squadra di Promozione impegnata a Montevarchi, al Comunale di Chiusi è andato in scena un derby d’altri tempi. In una cornice di pubblico d’altri tempi. E come il derby di Torino anche quello giocato sul “sintetico” chiusino si è deciso all’ultimo secondo. Quell’ultimo secondo osannato da molti e dannatamente maledetto per l’altra metà, in entrambi i casi la stava spuntando la squadra che ai nastri di partenza era sfavorita. Il calcio è così, a volte prende e a volte da.

In un clima da categoria superiore, un pubblico che quasi fa impallidire le centinaia di persone al seguito della squadra di pallavolo locale (senza nulla togliere all’Emma Villas, grande realtà del nostro Paese, ma qui parliamo di terza categoria toscana), si è disputato un derby incredibilmente carico di emozioni in cui gi autarchici della Asd Città di Chiusi e Cetona si sono divise la posta in palio con un pareggio per 2 a 2.
Il primo tempo, di chiara marca biancorossa, inizia subito con un rigore piuttosto dubbio non assegnato ai padroni di casa che però non si scompongono e continuano ad esprimere il proprio gioco impensierendo il portiere avversario con tiri dalla distanza. Al 24′ si sblocca il risultato, lancio dalla metà campo chiusina per Pellegrini che con il controllo si libera dalla marcatura e scarica un bolide all’incrocio dei pali, un gol da cineteca. La reazione del Cetona però non tarda ad arrivare, sette minuti più tardi, al primo vero affondo viene concesso un rigore per atterramento in area. Netto come netta è l’ingenuità dei difensori, rei di non aver allontanato la palla. Baglioni, dal dischetto segna il gol del pari spiazzando Toppi.

Il Chiusi c’è e dopo qualche spunto ritrova il vantaggio con una punizione di Michele Tiezzi che sbatte sulla traversa e carambola sulla
schiena del portiere cetonese finendo in rete. Il gol non è attribuibile al capitano biancorosso perchè senza la deviazione dell’estremo difensore non sarebbe mai entrato. Finisce il primo tempo con un meritato vantaggio.

Nella ripresa il Cetona tenta il tutto per tutto per trovare il pari, ma il Chiusi regge bene tenendo dieci uomini dietro la linea della palla e concede poco o nulla.
All’ 85′ arriva l’occasione del colpo che avrebbe spento le speranze di rimonta del Cetona. Della Ciana, servito da Feri si trova uno contro uno con il portiere, ma sbaglia calciandogli addosso.
Nel calcio, si sa, una delle leggi non scritte dice gol sbagliato, gol subito e infatti arriva la beffa. Nell’ultimo dei quattro minuti di recupero da una punizione nella trequarti avversaria per il Chiusi parte il  contropiede degli ospiti che trovano una prateria nella fascia lasciata sguarnita dal terzino salito in area avversaria. Parte il traversone che sbatte sulla mano di Scarpelli e l’arbitro fischia il secondo rigore.
Ancora Baglioni segna il gol del definitivo pari.
Ad un passo dal traguardo, come è successo nell’altro derby deciso da una prodezza balistica a due secondi dalla fine. Peccato di inesperienza per i giovani chiusini che vedono sfuggire un’occasione d’oro per svoltare una stagione che vede, al momento più ombre che luci. Da segnalare un’altra ottima prova sia dal punto di vista del gioco che dal punto di vista fisico, ma come successo nelle partite precedenti non è bastato.
Prossima partita in trasferta nel difficile campo del Sovicille terzo in classifica.

Lorenzo Trabalzini

 

 

6 Flares Twitter 0 Facebook 6 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 6 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...