REGOLAMENTO SUI BENI COMUNI. IL COMUNE DI CITTA’ DELLA PIEVE GUARDA A SIENA…

venerdì 10th, ottobre 2014 / 18:58
REGOLAMENTO SUI BENI COMUNI. IL COMUNE DI CITTA’ DELLA PIEVE GUARDA A SIENA…
45 Flares 45 Flares ×

SIENA – Ieri il vicesindaco e l’assessore alle politiche sociali di Città della Pieve Marco Cannoni e Barbara Paggetti hanno fatto visita al Comune di Siena. Non per turismo o per ammirare “gli effetti del buon governo” dipinti nel ‘300 da Ambrogio Lorenzetti. Cannoni e Paggetti hanno incontrato il vicesindaco della città del Palio Fulvio Mancuso per parlare e confrontarsi su una iniziativa che Mancuso sta portando avanti a Siena e che gli amministratori pievesi vorrebbero “importare” a casa propria. Si tratta del “regolamento sui beni comuni”, uno strumento di innovazione sociale che attuando il principio di sussidiarietà, permette alle pubbliche amministrazioni e ai cittadini di prendersi cura dei beni comuni urbani, anche in termini di gestione condivisa e di rigenerazione…

Mancuso ha spiegato a Cannoni e Paggetti la sua idea di città, e la convinzione che solo una amministrazione condivisa e una cittadinanza attiva possano essere le basi irrinunciabili per un progetto di “smart city” che tenda a modernizzare la città,a rilanciare la credibilità e la fiducia tra amministrati e amministratori, rafforzare la coesione sociale e creare quindi sviluppo economico.

Siena e Bologna sono le prime città in Italia ad aver adottato questo “regolamento”. Città della Pieve ci sta seriamente pensando… E, in onore forse ad antichi legami storico-culturali, la città del Perugino in questo caso guarda a Siena e alla Toscana e non a Perugia.

45 Flares Twitter 0 Facebook 45 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 45 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...