CALCIO, IL CHIUSI PERDE A SOCI E… ORA LA PANCHINA DI FRATINI SCOTTA. PERDONO ANCHE GLI AUTARCHICI

lunedì 20th, ottobre 2014 / 12:18
CALCIO, IL CHIUSI PERDE A SOCI E… ORA LA PANCHINA DI FRATINI SCOTTA. PERDONO ANCHE GLI AUTARCHICI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Non ci siamo, non sono bastati gli ultimi innesti né il cambio di portiere per invertire la tendenza. Il Chiusi somiglia davvero alla Fiorentina di quest’anno. E ieri, quinta giornata di campionato di Promozione, è arrivata un’altra sconfitta. Sempre di misura (1-0),  ma sempre sconfitta. Stavolta in casa del Soci che è squadra forte e al momento è seconda in classifica, con 12 punti, dietro al Bibbiena che ne ha 13.

A questo punto la panchina di mister Fratini comincia a scottare. Il Chiusi è squadra piena di giocatori di categoria superiore e l’obiettivo dichiarato è quello di tornare subito in Eccellenza. Ma per ora i meccanismi non girano e l’asticella si è abbassata, i biancorossi navigano addirittura in acque basse…

Ancora una volta a determinare il risultato negativo è stato uno svarione difensivo, nel caso specifico un retropassaggio corto al portiere, che il centravanti del Soci ha fatto suo trasformandolo in gol.

Dicevamo che questo Chiusi somiglia alla Fiorentina,  per l’andamento altalenante, ma – diciamolo – anche per la sfortuna (diversi i legni colpiti fino ad ora) e soprattutto per l’impossibilità di schierare il bomber titolare.

Del Giusto (FOTO) come Gomez e Rossi. Era appena rientrato e subito fuori di nuovo. Ha un problema di origine non traumatica che ne limita le prestazioni e si deve fermare spesso. Proprio in questi giorni si sottoporrà a nuovi accertamenti.

Mercoledì ci sarà il turno di Coppa, gara secca a Pratovecchio, impegno quasi proibitivo, ma da lì può arrivare la scossa. Se la scossa ci sarà allora palla avanti e pedalare. Altrimenti, non si escludono nuovi “tagli” come è successo al n. 1 Laloni e soprattutto non si può escludere un cambio di manico in panchina… Staremo a vedere.

 

TERZA CATEGORIA

Esordio amaro sul campo amico per l’A.S.D. Città di Chiusi, che perde per due reti a zero contro il quotato Berardenga nella prima partita a Chiusi dopo quasi un anno e mezzo di peregrinazione. Pronti via, subito grande occasione  per gli ospiti che trovano impreparata la difesa biancorossa, ma centrano la traversa con un bel tiro da fuori di Ricigliano. L’occasione impaurisce i padroni di casa che si chiudono nella propria metà campo, esponendosi ai ripetuti attacchi del Berardenga. Al 16′ arriva il vantaggio. Punizione dalla destra calciata ottimamente da Fiorilli, la difesa chiusina non segue il taglio di Toussani, che senza nemmeno  staccare insacca di testa. Continua il buon momento degli ospiti che dopo sette minuti trovano il raddoppio. Punizione dal limite e gol meraviglioso di Fiorilli, la palla bacia il palo alla sinistra di un incolpevole  Toppi ed entra in rete. Uno-due micidiale che avrebbe steso chiunque, invece proprio dopo i colpi subiti i biancorossi si destano dal sonno e creano alcuni grattacapi alla difesa ospite.
L’occasione più ghiotta capita nei piedi di A. Feri, che tira di destro a botta sicura, ma trova l’ottimo riflesso di Bianciardi, che devia in calcio d’angolo.
Il primo tempo si chiude così, con i padroni di casa in ripresa e il Berardenga che amministra il vantaggio.
Nella ripresa i biancorossi trovano linfa vitale nella girandola di cambi che sbilancia la squadra, ma che rende il Chiusi molto pericoloso una volta affacciato nella metà campo avversaria. A troncare le gambe dei padroni di casa è l’espulsione per doppia ammonizione del capitano, Paolo Ferretti. La partita prosegue con i tentativi del Chiusi, che non crea grosse occasioni da gol e con il Berardenga che amministra e mantiene la tranquillità che ha contraddinstinto la maggior parte della gara.
Continua il periodo no del Chiusi e il momento d’oro del Berardenga, a punteggio pieno in vetta alla classifica.

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...