UMBRIA E TOSCANA, ACCORDO PER LA STAZIONE ALTA VELOCITA’: A TERONTOLA. LUNEDì LA FIRMA

UMBRIA E TOSCANA, ACCORDO PER LA STAZIONE ALTA VELOCITA’: A TERONTOLA. LUNEDì LA FIRMA
37 Flares 37 Flares ×

AREZZO – Le Regioni Umbria e Toscana insistono per ottenere una stazione in linea per l’alta velocità, che ossa servire ad entrambe. Ma non sarà né a Chiusi, né a Montallese, né a Ponticelli. Probabilmente, se si farà, la nuova stazione sorgerà nei pressi di Terontola. Cioè al confine tra le province di Perugia e Arezzo, alla connessione con la linea per il capoluogo umbro.

Gli assessori alle Infrastrutture e Trasporti Silvano Rometti e Vincenzo Ceccarelli, sigleranno lunedì 14 luglio, ad Arezzo, un protocollo d’intesa «per il coordinamento degli adempimenti di comune interesse per la promozione della realizzazione di una nuova stazione sulla linea AC/AV Firenze- Roma». L’annuncio è stato dato ieri.  L’accordo è finalizzato «a promuovere la sollecita realizzazione della nuova stazione Alta Velocità Medio-Etruria attraverso l’azione coordinata delle due Regioni e ad individuare un percorso che garantisca l’avvio dei necessari studi di fattibilità». Contestualmente, i due assessori regionali firmeranno un accordo relativo alla realizzazione di una rete ciclabile di carattere interregionale. L’incontro è in programma presso l’Ufficio del Genio Civile di Arezzo (Via Arrigo Testa 2) alle ore 11. Alla firma degli accordi seguirà una conferenza-stampa nel corso della quale verranno illustrate finalità e contenuti.

Addio sogni di gloria di Scaramelli, che puntava a realizzare la stazione o a Chiusi Scalo nell’area dell’ex centro carni già nella disponibilità del Comune o nei pressi di Motallese. Il neo sindaco pievese Fausto Scricciolo, che ha un passato nelle file ambientaliste, non si è ancora espresso sull’ipotesi Ponticelli, che pure era stata ventilata e sostenuta da varie componenti umbre, ma sembra molto meno attratto dall’idea del collega chiusino. Anzi al momento è impegnato nella ricerca di una soluzione al rumore prodotto dai treni che transitano nella frazione, con richiesta a Trenitalia di installare delle apposite barriere.

Perché Terontola? Perché è “più baricentrica rispetto a Perugia” e, forse,  anche perché l’assessore regionale ai trasporti della Toscana, che ha preso il posto di Ceccobao nel 2013,  è aretino.

Non è detto che la stazione in linea si faccia. I numeri relativi al traffico viaggiatori nell’area umbro-toscana di riferimento non sembrano sufficienti per ipotizzare un investimento del genere, che avrebbe anche un forte impatto ambientale. Serviranno, come dice il comunicato delle due regioni, degli studi di fattibilità, ci vorrà tempo… Ma se si farà sarà a Terontola. Punto.

37 Flares Twitter 1 Facebook 36 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 37 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...