IL CASO MERIAM E I BUCHI NERI DELLE RELIGIONI

lunedì 28th, luglio 2014 / 11:02
IL CASO MERIAM E I BUCHI NERI DELLE RELIGIONI
0 Flares 0 Flares ×

E’ finita bene per Meriam Yahia Ibrahim Isha, la giovane cristiana condannata a morte in Sudan per apostasia e poi liberata. Meriam è arrivata in Italia su un volo della presidenza del Consiglio. Con lei il viceministro degli Esteri Lapo  Pistelli che seguiva da tempo il caso della donna sudanese. Finalmente una bella notizia, una luce nel mezzo di quel mare oscuro dominato da violenze di ogni  genere. Un epilogo di una vicenda che aveva angosciato tutti indistintamente e  che mette un po’ di ottimismo, riaccende un minimo di speranza
nell’animo di  ognuno. Ha fatto bene Renzi ad accoglierla, come pure papa Bergoglio.
Solo che  lui, il papa, l’ha definita una eroina, per la sua testimonianza di fede.
Sì certo,  il  coraggio di Meriam, la sua coerenza, dovrebbe essere di monito a quanti, politici in primis, ipocritamente fanno sempre mille facce a seconda delle circostanze. Ma  il papa (e non solo lui, per la verità) si è dimenticato nell’accoglierla, di sottolineare che  loro storia dei cattolici non è meno criminale di quella dei mussulmani. Ne sonotestimoni proprio i popoli africani, latino americani e molte altre  popolazioni, comprese quelle europee. Molte di quelle etnie, oggi non esistono  più, cancellate per sempre proprio dalle spade e dagli archibugi dei  conquistadores, che uccidevano in nome di Cristo e della croce.
Purtroppo le religioni, tutte, non riescono a fare i conti con i diritti umani, con il diritto all’autodeterminazione di ogni singolo uomo. La chiesa cattolica,  ancora oggi, non ha firmato la Carta dei Diritto dell’Uomo, dell’ONU.
Non la  firma, perché poi il 95% delle sue posizioni e delle sue battaglie, risulterebbe in contraddizione con quella firma. Le religioni per loro  intrinseca natura, sono portatrici di violenza, di sopraffazione. E tutto ciò a causa di un principio da cui tutte partono: “Noi siamo la verità e tu ti devi convertire”. Ecco, quando le religioni tutte, aboliranno questo principio, abbracceranno i principi della cultura laica, della libertà e del Diritto,  quello sì che sarà un gran bel giorno per tutta l’umanità.
Renato Casioli

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...